Zorana Mihajlovic: “I danni a trasporti e infrastrutture superano i 110 milioni di euro”

Secondo le stime iniziali, i danni ai trasporti e alle infrastrutture dovuti alla pandemia di coronavirus superano i 110 milioni di euro, afferma Zorana Mihajlovic, vice Prima Ministra e Ministra delle costruzioni, dei trasporti e delle infrastrutture. Non esiste alcuna parte del sistema di trasporto che non abbia subito danni al momento, sia che si tratti di traffico aereo, ferroviario, fluviale o stradale.

“Le prime stime di danni ai trasporti e alle infrastrutture ammontano a oltre 110 milioni di euro! Il Ministero dei trasporti è in contatto diretto con tutte le aziende e in questa occasione invito tutte le società di costruzioni, nonché le Associazioni e le varie Camere a presentare opinioni e proposte in modo che insieme possiamo creare un programma realistico di misure per uscire da questa crisi”, ha detto la Mihajlovic.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

La stessa ha sottolineato che la valutazione del danno e il piano di risanamento economico sono stati pensati e attuati sin dal primo giorno in cui si è verificata l’infezione e che è stata istituita una task force speciale di crisi, guidata dal Presidente Aleksandar Vucic, che effettuerà le valutazioni dei danni e deciderà le misure.

“Non sono importanti solo le misure che stiamo introducendo e introdurremo in questo periodo, ma dobbiamo pensiamo anche al “giorno dopo” e programmare e pianificare il momento in cui tutto questo sarà finito. Stiamo facendo del nostro meglio per uscirne con il minor numero di vittime e problemi possibili”.

La vice Premier ha affermato che anche il traffico fluviale è penalizzato dal momento che il traffico su strada non funziona e le principali crociere sono state cancellate. Inoltre, il trasporto su rotaia sta subendo danni, registrando una leggera flessione del trasporto merci, così come il trasporto su autobus.

“Indubbiamente, è il traffico aereo il più colpito dalla pandemia, con un danno diretto per ora di circa 40 milioni di euro, mentre il danno all’economia, se parliamo del settore aereo e delle compagnie del settore, è anche più grave”, ha concluso.

https://www.blic.rs/biznis/vesti/biznis-protiv-korone/gd6fh8t

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... coronavirus, infrastrutture, trasporti
Predrag Kon: “Chiunque venga a contatto con gli infetti verrà testato”

“Air Serbia” e “Wizz Air” hanno fissato una data provvisoria per riprendere i voli dall’aeroporto di Belgrado

Chiudi