Zone franche per attrarre gli investitori

Il Ministro delle finanze, Dusan Vujovic ha valutato che le zone franche sono uno dei modi più efficaci per attrarre gli investimenti diretti dall’estero. Il ministro ha detto che le aziende che operano nelle zone franche in Serbia mostrano sempre migliori risultati.

Alla Camera di Commercio, alla conferenza sulle zone franche, Dusan Vujovic ha detto che in Serbia ci sono 12 zone franche. Inoltre, ha detto che l’anno scorso in queste zone hanno operato 226 aziende, cioè il 30 percento di più in comparazione con l’anno precedente.

Gli investitori sono interessati alla privatizzazione

Il Ministro delle finanze della Repubblica di Serbia dice che ha ricevuto un gran numero delle lettere d’interesse dagli investitori relativamente alla privatizzazione delle aziende pubbliche e statali rimaste in processo di riorganizzazione. “Il 60 percento delle lettere arrivate sono credibili”- ha detto Vujovic.

“Nel 2013 il valore del fatturato nelle zone franche ammonta a 5 miliardi di euro, il che rappresenta un incremento di 97 percento. Specialmente è significativo il fatto che la partecipazione delle materie prime del paese nella produzione è aumentata di 260%”- ha sottolineato Vujovic.

L’anno scorso l’esportazione dei prodotti dalla zona franca è aumentata di 143 percento, cioè 2,1 miliardi di euro, il che rappresenta un quinto delle esportazioni totali di Serbia.

Il valore totale della produzione nelle zone franche è aumentato di 170% e ammontava a 2,4 miliardi di euro. Inoltre, gli investimenti ammontavano a circa 198 milioni di euro. L‘anno scorso nelle zone franche sono stati assunti 18.313 dipedenti, cioè 25,6 percento di più in comparazione con l’anno 2012.

Il ministero dell’economia Zeljko Sertic ha evidenziato che le aziende che operano nelle zone franche dovranno sviluppare le competenze e rispettare i standard richiesti dall’ Unione europea per raggiungere più facilmente i mercati esteri.

Sertic ha annunciato che in futuro si creeranno condizioni favorevoli per l’apertura delle nuove imprese e si risolverà il problema delle aziende in processo di reorganizzazione.

Agevolazioni per gli investitori

Il presidente della Federazione mondiale delle zone franche (FEMOZA) Huan Torrents ha detto che attualmente in 126 paesi del mondo ci sono 1.800 zone franche, tra i quali gran successo hanno Taiwan, Filippine e Corea del Sud.

Nelle zone franche si intraprendono attività di commercio, produzione e servizi di logistica, però negli ultimi tempi anche i servizi  di assistenza medica.

Con le varie agevolazioni, come per esempio esenzione dai dazi doganali, dall’imposte d’importazione e dalle tasse fiscali, gli investitori saranno interessati a lavorare nelle zone franche”- ha detto Torrents che per 30 anni è stato il direttore di una zona franca a Barcellona nella quale sono stati aperti 40.000 posti di lavoro.

Il direttore della Amministrazione delle zone franche di Serbia, Milan Ristic ha valutato che i risultati delle operazioni nelle zone franche possono essere migliori, tenendo in riguardo il clima d’investimento nella regione e i vantaggi disponibili agli investitori nelle zone franche, come l’esenzione del pagamento dell’imposta sul reddito della società.

Se si accetta la nostra proposta di non pagare l’imposta sul reddito della società, questo sarà il maggior incentivo per l’arrivo degli investitori stranieri”- dice Ristic ed aggiunge che la Repubblica di Macedonia nelle sue zone franche ha introdotto l’ esenzione dal pagamento delle imposte.

Il vicepresidente della Camera di Commercio Mihajlo Vesovic ha detto che il memorandum sottoscritto tra Camera di Commercio serba e FEMOZA aiuterà a Serbia non solo nello scambio delle informazioni, ma anche a presentare la Serbia come paese con  condizioni ottime per fare il business.

(RTS, 19.09.2014.)

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in agevolazioni fiscali, Camera di Commercio, Dusan Vujovic, esportazioni, importa, investimenti, privatizzazioni
Intervista a RTS, Vucic svela le riforme

Calzedonia apre una nuova fabbrica a Subotica

Close