Wolfango Poggi, da Firenze a Belgrado in bici per i bambini della Serbia

L’italiano Wolfango Poggi partirà in bicicletta il 14 maggio da Firenze fino a Belgrado, con un solo obiettivo: fornire ai bambini serbi l’istruzione che meritano. Nell’ambito della campagna di donazioni “Sezona Darivanja”, della Fondazione “Novak Djokovic”, Wolfango inizierà il suo viaggio di 1.200 chilometri per fornire al villaggio di Vajska, in Vojvodina, i fondi necessari per costruire una scuola materna.

“Ho deciso che il viaggio sia da Firenze a Belgrado, perché per me è come andare da casa a casa, e ho sempre voluto fare qualcosa di utile per la Serbia fornendo aiuto a chi ne ha più bisogno. Il viaggio sarà suddiviso in 8 tappe che attraverseranno Italia, Slovenia, Croazia e Serbia, dove arriverò a Belgrado il 22 maggio dopo 1.200 chilometri di bicicletta. Non ho scelto per caso il 22 maggio come ultimo giorno del viaggio, perché è il compleanno di mia moglie e di Novak Djokovic”, ha affermato Poggi.

Originario della città di Forlì, Poggi si è innamorato della cultura serba grazie alla moglie serba. Gli anni trascorsi a Belgrado gli hanno fatto provare un legame indissolubile con la cultura serba e la sua gente, e descrive Belgrado come la sua seconda casa. Dal 2016 Wolfango partecipa regolarmente a competizioni sportive umanitarie, diffondendo la sua positiva influenza sia in Italia che nel mondo. Un desiderio inestinguibile di aiutare i più bisognosi si è risvegliato dopo l’improvvisa malattia di sua sorella; la cosa ha segnato l’inizio della sua opera umanitaria che ha già lasciato un segno in molte famiglie, sia in Italia che nel resto del mondo.

Wolfango si è messo in contatto con la Fondazione “Novak Djokovic” e presto si è unito alla lotta per l’istruzione dei bambini. Si è deciso per la costruzione di un asilo nido nel villaggio di Vajska, che gli ha ricordato il villaggio italiano di Portico di Romagna, dove ha trascorso gran parte della sua infanzia. Durante la settimana scorsa sono stati raccolti più di 1.500 euro allo scopo, il che ha avvicinato notevolmente Wolfango all’obiettivo prefissato e questo nobile atto è stato riconosciuto anche dai Consolati della Repubblica di Serbia a Firenze e Trieste, nonché dall’Ambasciata della Repubblica di Serbia a Roma.

Oltre 1000 volontari si sono uniti all’iniziativa e hanno espresso fiducia nel team della Fondazione “Novak Djokovic”, e Wolfango invita tutti i cittadini interessati ad aiutarlo nel suo obiettivo.

https://www.b92.net/zivot/vesti.php?yyyy=2021&mm=05&dd=12&nav_id=1856385&utm_source=prva&utm_medium=box&utm_campaign=b92_prva_zivot_sidebar

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Firenze, scuola materna, Vajska, viaggio in bicicletta
Asilo obbligatorio dal terzo anno, ma dove ci staranno tutti questi bambini?

Chiudi