Vujovic: per grandi imprese pubbliche tassi di interesse più bassi

“Le grandi imprese pubbliche devono essere in grado di accettare la gestione estera, per tenere il passo con il resto del mondo e per garantire il rifinanziamento delle loro obbligazioni finanziarie a tassi di interesse più bassi”: è quanto ha dichiarato il Ministro delle Finanze serbo, Dusan Vujovic.

Attualmente Vujovic è in visita a Washington, impegnato nel portare avanti le trattative con il Fondo Monetario Internazionale, che, già avviate a Belgrado nel mese di settembre, dovrebbero essere chiuse entro la fine di ottobre.

“Abbiamo parlato con la Banca Mondiale a proposito dei progetti in corso e a proposito dei loro piani di collaborazione con il governo serbo per stabilire le priorità e valutare il successo del nuovo esecutivo nell’implementare le proprie priorità nei primi 100 giorni di mandato”, ha spiegato il Ministro.

Vujovic ha avuto un colloquio con il Vice Presidente della Banca Mondiale per l’Europa e l’Asia centrale, Cyril Muller, il quale avrebbe espresso la sua soddisfazione per gli ultimi sviluppi nella regione che include la Serbia, avanzando però delle critiche in merito alla lentezza del processo di ristrutturazione delle imprese pubbliche.

Muller ha anche sottolineato che l’Iniziativa di Berlino è entrata nella sua fase finale e che sono in corso i negoziati per l’assistenza al commercio serbo, fondamento per lo sviluppo della cooperazione, così sono in corso gli accordi per l’assistenza al libero scambio e per fornitura di servizi finanziari che dovrebbero agevolarlo. Secondo il Ministro delle Finanze serbo, “un anno fa, ci sono stati ostacoli nel convalidare il programma di ristrutturazione delle grandi imprese pubbliche e ora abbiamo finalmente avviato la sua attuazione. Il punto, per queste imprese. è quello di essere in grado di accettare la gestione estera, per tenere il passo con il resto del mondo e per garantire il rifinanziamento delle loro obbligazioni finanziarie a tassi di interesse più bassi”. Il ministro ha anche notato che nel 2016 si è verificato un lieve calo del PIL, ma che per il 2017 la previsione appare più rosea.

(Blic, 09.10.2016)

http://www.blic.rs/vesti/ekonomija/vujovic-ocekujem-nize-kamatne-stope/sfvgzfv

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top