Vujovic: “A giugno il deficit pari al 2% del PIL”

Il ministro delle Finanze della Serbia, Dusan Vujovic ha detto oggi che le finanze pubbliche della Serbia si stanno muovendo nella giusta direzione e che più probabile  entro la fine dell’anno saranno alleviate le misure di risparmio adottate per il consolidamento fiscale.

In occasione del vertice dei ministri delle finanze e dei governatori delle banche centrali della regione, Vujovic ha affermato che il deficit di bilancio della Serbia a maggio è stato pari all’1,6% del prodotto interno lordo, e che si aspetta che a giugno ammonterà il 2 % del PIL, ovvero , 40 miliardi di dinari. Lui ha detto inoltre che si aspetta che il deficit entro la fine dell’anno non supererà 114 miliardi di dinari, anche se è stata prevista una somma di 191 miliardi di dinari, il che significa che il risparmio sarà pari a circa 600 milioni di euro.

La revisione dell’accordo con il Fondo monetario internazionale, il quale prevede una riduzione delle pensioni e degli stipendi del settore pubblico di quest’anno e nei prossimi due anni, secondo Vujovic sarà realizzata alla fine di agosto quando si saprà esattamente se ci sarà una base per allevieare le misure di risparmio, sottolinando che questo dipenderà dagli ulteriori sviluppi economici , soprattutto dalla possibilità di ripristinare la produzione di carbone, la quale è stata ridotta a causa delle inondazioni dell’anno scorso.

(Ekapija/Beta, 12.06.2015)

 

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top