Vuckovic: “Le esportazioni di Fiat Serbia calate del 27%”

L’economista Velimir Vuckovic ha evidenziato che le esportazioni di Fiat Serbia a novembre 2014 sono calate del 27% rispetto a luglio 2013.

Nel corso della presentazione dell’ultimo numero della rivista “Analisi Macroeconomiche e Trend” VUckovic ha rilevato che questo calo evidenzia che senza nuovi modelli di automobili il contributo di Fiat Serbia all’industria serba tenderà a ridursi: “Il momento di massimo splendore dello stabilimento di Kragujevac si è registrato nell’estate del 2013 e ora tale fabbrica ha bisogno di produrre un nuovo modello”.

Vuckovic ha evidenziato che l’interscambio commerciale del paese si sta contraendo e non aiutano certo i dati dello scorso novembre che registrano una riduzione sia delle importazioni che delle esportazioni. “Il calo maggiore delle esportazioni si è registrato proprio nel settore automobilistico”.

L’economista Stojan Stamenkovic ha detto che il monte salari è stagnate anche oltre la percentuale di tagli a pensioni e stipendi pubblici e questo fenomeno dipende non dagli attuali volumi di produzione ma dall’emersione dei lavoratori finora occupati in nero. Alle dichiarazioni del governo secondo il quale la disoccupazione sta calando Stamenkovic ha ribattuto che si tratta di un fenomeno statistico e non di un calo effettivo. In merito Stamenkovic ha ricordato che il calo della disoccupazione è legato all’incremento del prodotto interno lordo e degli investimenti.

(Seebiz, 20.01.2015)

 

Share this post

scroll to top
Altro... FAS
Fiat pianifica di produrre oltre 100.000 veicoli nel 2015
Chi e perché diffonde notizie sulla chiusura di Fiat in Serbia?
Chiudi