Vucic:”Se non ritirano le tasse entro Djurdjevdan stabiliremo misure contro Pristina”

La sessione della Presidenza, a composizione ampliata con il Comitato esecutivo e il Consiglio centrale del Partito del progresso serbo si svolgono oggi nel Sava Center.

Il leader del SNS Aleksandar Vucic, inizialmente ha detto che alla sessione saranno discussi tre punti: i preparativi per il prossimo raduno del 19 aprile, nel quadro della campagna “Il futuro della Serbia” a Belgrado, la situazione in Kosovo e la possibilità di chiedere elezioni parlamentari anticipate in Serbia.

Il presidente serbo Aleksandar Vucic nella sala del Sava Center ha accolto i membri del partito con applausi e grida “Aco Srbine”.

Il Presidente della Serbia e del partito del progresso serbo (SNS), Aleksandar Vucic, ha dichiarato che alla Serbia spetta un periodo “terribilmente difficile” per quanto riguarda il Kosovo e la Metohija, e che l’unica cosa che ora chiedono alla Serbia è di riconoscere l’indipendenza del Kosovo.

Alla sessione del Comitato esecutivo e Principale del SNS, Vucic ha affermato che le pressione sulla Serbia per riconoscere l’indipendenza del Kosovo in un prossimo periodo sarebbero aumentate.

“Le pressioni saranno più forti e più pesanti, vogliono la piena indipendenza, senza divisione e senza nessun territorio per la Serbia, ci dicono che dovremmo essere felici se non designeranno un tribunale speciale per i serbi”, ha gridato Vucic.

Egli ha aggiunto che nelle ultime settimane molti funzionari lo hanno chiamato per incontri, ai quali insistono che la Serbia faccia qualcosa per “placare gli albanesi”, in modo tale che aboliscano le tasse sulle importazioni di merci serbe.

Vucic ha annunciato che parlerà con diversi funzionari mondiali nel prossimo periodo, ma che la Serbia “non si aspetta nulla di buono” dall’incontro con la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron a Berlino.

Vucic ha sottilineato che non ha l’intenzione di parlare senza prima l’abolizione delle tasse.

“Al costo di pagare le conseguenze, non la Serbia, ma io personalmente, non accetterò di continuare nessuna conversazione senza il ritiro delle tasse, qualunque cosa succedesse e ualunque tipo di pressione facessero”, ha detto Vucic.

Vucic ha concluso dicendo che il SNS, in occasione della festività di Djurdjevdan il (6 maggio), se la tassa non sarà abolita, stabilirà delle “misure contro Pristina”, le quali saranno decise ad una sessione speciale del Consiglio Centrale del SNS.

https://www.nedeljnik.rs/ako-ne-ukinu-takse-do-durdevdana/?fbclid=IwAR37yqt-O61kG93gF3j4xOMCRugfUaC_t5Rxw03XQdgDaxerGIfy-_NboUs

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top