Vučić vorrebbe estromettere dal partito i fedelissimi di Stefanović

Il presidente del comitato esecutivo del partito “SNS”, Darko Glisic, avrebbe ricevuto ordine di far dichiarare a tutti i consigli municipali in Serbia, entro 15 giorni, se sono soddisfatti o meno del lavoro dei loro rappresentanti. Questo sarebbe stato uno degli argomenti della recente riunione interna del Partito progressivo, con sullo sfondo una pulizia dei quadri fedeli all’attuale Ministro della Difesa, Nebojsa Stefanovic.

Il tema principale dell’ultima sessione della presidenza del partito “SNS” è stata la fusione con il partito “SPAS” di Aleksandar Šapić. D’altra parte, anche se passato senza creare molto interesse nell’opinione pubblica, c’è stato anche l’annuncio di una “rinfrescata” interna al partito, termine che i funzionari usano da anni per indicare la sostituzione di persone non volute.

Darko Glisic è stato incaricato di ispezionare tutti i consigli municipali “SNS”, sia a Belgrado che in tutta la Serbia. I membri del consiglio devono dichiarare entro 15 giorni se sono soddisfatti del lavoro dei loro leader. In base a ciò, verrà presa una decisione sulla loro eventuale modifica.

Questa non è la prima, e probabilmente non sarà l’ultima volta, che i progressisti annunciano la pulizia dei ranghi da personale inadatto. Finora, tali annunci sono generalmente rimasti sulla carta e per lo più non ci sono stati cambiamenti radicali. L’unica volta in cui qualcosa è cambiato è stato nel maggio 2016, quando sono state estromesse persone vicine a Tomislav Nikolić.

“Adesso avverrà qualcosa di molto simile, solo che verranno escluse persone vicine a Nebojsa Stefanovic”, ha detto un rappresentate politico al portale “Nova.rs”.

Era chiaro che il conflitto tra Vučić e Stefanović si stava aggravando già con l’annuncio stesso della coalizione con Sapic. Questo è stato un duro colpo per il consiglio “SNS” della capitale, guidato da anni da Stefanović.

A sostegno del fatto che l’obiettivo principale è l’attuale Ministro della Difesa, c’è anche l’annuncio del parlamentare “SNS” Vladimir Đukanović:

“La decisione di unire il partito “SNS” e il partito “SPAS” di Sapic è una decisione strategicamente importante. Sangue fresco ed energia nuova entrano nell’SNS, in primo luogo nel suo consiglio comunale a Belgrado; nuove persone con un nuovo approccio e idee, il partito “SNS” sta dimostrando di essere pronto a cambiare. Tanto di cappello a questa mossa”, ha scritto Djukanovic su Facebook.

A quanto pare, la mossa pensata per Belgrado verrà applicata a tutte le città della Serbia.

Saznajemo: Vučić čisti stranku od Stefanovićevih kadrova

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Aleksandar Vucic, Belgrado, Sapic, SNS
Šapić: “Insieme al partito ‘SNS’ entro fine maggio”

Il partito di Vucic di gran lunga ancora il più forte in Serbia

Chiudi