Vucic nuovo Presidente della Serbia: “Vittoria limpida come una lacrima”

“Sono molto orgoglioso di aver ottenuto una fiducia tanto ampia da parte dei miei connazionali e su 3 milioni e 700 mila serbi che si sono recati alle urne 2 milioni e 35mila sono voti per noi”, ha dichiarato il primo ministro uscente dopo i primi risultati delle elezioni presidenziali.

Aleksandar Vucic nella conferenza convocata presso la sede del partito del progresso serbo, introdotta dalle note della tradizionale fanfara serba, ha dichiarato che la sua vittoria è “limpida come una lacrima” e che la distanza dagli altri candidati non è stata piccola. “Ho ottenuto il 12% in più, circa 430.000 voti, di tutti gli altri candidati messi assieme”, ha detto Vucic, aggiungendo che è una sensazione irreale prendere tanti voti alle elezioni presidenziali al primo turno. Il partito serbo del progresso ha analizzato il 92% dei campioni e l’81% dei seggi per cui risulta che al secondo posto vi è Sasa Jankovic con il 16,2%, terzo Luka Maksimovic (alias Ljubisa Preletalevic Beli) con il 9,4%. Non vi sono dati dal Kosovo “dove mi aspetto di ricevere circa il 75% dei voti”, ha dichiarato Vucic: “Per noi è un giorno molto improtante che mostra chiaramente in che direzione vuole andare il paese. La Serbia è forte, si è rafforzata e sarà ancora più forte. Dobbiamo credere in noi stessi”.

Vucic ha ringraziato tutti i serbi e ha sottolineato di aver vinto anche a Novi Pazar, Tutin e Sjenica (cittadine a maggioranza bosgnacca) e nei paesi a maggioranza ungherese.

Vucic ha aggiunto che il nuovo governo verrà formato nei prossimi due mesi.

Secondo le ultime proiezioni presentate da CeSiD e Ipsos sul 93% dei dati disponibili, Vucic ha ottenuto circa il 57% dei voti validi e tale percentuale potrà variare di uno o due punti al massimo.

Al secondo posto Sasa Jankovic con il 15,6% e al terzo Luka Maksimovic con il 9,6%. Seguono Vuk Jeremic (5,7%), Vojislav Seselj (4,5), Bosko Obradovic (2,2), Sasa Radulovic (1,3), Milan Stamatovic (1,1), Nenad Canak (1,1), Aleksandar Popovic (1,1), Miroslav Parovic (0,3). 

Il CeSiD ha stimato l’affluenza al 53% degli aventi diritto.

(RTS, B92, N1, 02.04.2017, aggiornato alle 23.18)

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Aleksandar Vucic
I quotidiani serbi e la propaganda elettorale a favore di Vucic

Vucic, dal nazionalismo alle accuse di autocrazia: “solo gli asini non cambiano”

Chiudi