Vucic: “Non mi occupo dei media, ma una metà è contro il Governo”

Il primo ministro Aleksandar Vucic sostiene che non si occupa dei media e che non vuole ragionare su quale tipo di media vorrebbe che siano presenti in Serbia, ma non gli è sceso giù  quando da parte dei media la sua famiglia è stata brutalmente attaccata. Vucic rimarca inoltre che il suo ufficio lavora in un ambiente in cui “la metà dei giornali è contro di loro”.

“Tra tutti i settimanali… c’è qualche rivista che si trova dalla parte dell’SNS? No, non c’è alcun giornale, sono marcatamente contro di me. Se sono direttamente o indirettamente giornali di Miroslav Miskovic non importa, non c’è nessun giornale a favore. Tra i quotidiani? Qual è il quotidiano, tranne uno, dal lato del Governo o dal lato mio? Per quanto riguarda la televisione, tranne una privata, qual’è un altra che è ancora con l’SNS?”, ha chiesto il primo ministro Aleksandar Vucic in un’intervista del settimanale “Nedeljnik” in occasione di un anno  delle attività del Governo.

Il primo ministro ha anche osservato che con i governi precedenti e sui loro primi ministri non c’erano tante trasmissioni umoristiche. “Siate onesti e citatemi una trasmissione umoristica o una qualsiasi nella quale venivano criticati Boris Tadic e il mio amico Dragan Djilas? Chi aveva il coraggio di farlo? La televisione “B92”, il conduttore Ivan Ivanovic? Quando Ivan Ivanovic ha osato criticare Dragan Djilas? Beh, mai”, ha detto  il primo ministro aggiungendo che oggi ogni puntata in Serbia parla su  “come prenderemo in giro Aleksandar Vucic e su ciò cosa facciamo e su cosa possiamo dire di falso su di lui”, dice il primo  misistro serbo Aleksandar Vucic.

(Sve Vesti 23.04.2015)

Share this post

scroll to top