Vucic: “Nessun accordo con la Esmark, questa non è la fine per l’Acciaieria di Smederevo”

Il primo ministro Aleksandar Vucic ha annunciato che il governo non ha accettato di firmare il contratto con la Esmark per la cessione dell’Acciaieria di Smederevo. “Questa non è la fine dell’Acciaieria”, ha specificato il premier, il quale ha annunciato che già lunedì verrà pubblicato un bando pubblico per la selezione della squadra manageriale che guiderà la fabbrica di Smederevo. “I lavoratori dell’impianto restano ai loro posti di lavoro”, ha detto Vucic.

“Il governo non ha accettato di firmare il contratto con la Esmark in base al parere del Consiglio per le Privatizzazioni e della Commissione per la ricerca delle partnershio strategiche”, ha dichiarato nel corso di un’apposita conferenza stampa il primo ministro Vucic.

La ragione effettiva di tale decisionederiva dal fatto che non venivano date garanzie per preservare il capitale circolante dell’Acciaieria e che non sarebbero state consumate tutte le materie prime prima di abbandonare la fabbrica adduncendo motivazioni legate all’andamento dei mercati internazionali. “Abbiamo rispettato tutti gli impegni nei confronti del Fondo Monetario Internazionale, li abbiamo tenuti informati, questa non è la fine dell’Acciaieria, non abbiamo perso la battaglia e la guerra”, ha detto Vucic, che ha annunciato per lunedì la pubblicazione di un bando pubblico per selezionare i dirigenti capaci di gestire l’impianto. “Attraverso il bando pubblico proveremo a prendere il migliore personale al mondo”, ha detto il primo ministro aggiungendo che aspetta di vedere per la fine di marzo un incremento delle attività dell’impianto e per la fine dell’anno l’accensione della seconda formace. “Questo è il nostro obiettivo e lotteremo per questo”, e ha aggiunto che chi lotta alla fine viene ricompensato. Nel bando si specificherà che il numero degli occupati dovrà rimanere invariato. “Sono certo che riusciremo a trovare un partner per fare dell’Acciaieria un pilastro dell’economia del paese”.

(RTS, 17.02.2015)

Share this post

scroll to top
More in Aleksandar Vucic, governo Vucic
Berlino richiede a Belgrado di scegliere tra Russia e Ue

Terminato il summit trilaterale a Brussels, firmato accordo sul sistema giudiziario

Close