Vucic: ” I migranti sono benvenuti in Serbia, costruiremo un centro di accoglienza

Il primo ministro serbo Aleksandar Vucic ha visitato i migranti che si sono raccolti nel parco vicino la stazione a Belgrado e ha loro comunicato che la Serbia farà del tutto possibile per aiutarli.

Il presidente del governo serbo ha visitato i migranti per farsi raccontare quali sono i loro bisogni.

“Facciamo tutto per voi, affinchè si sentiate sicuri come se foste a casa vostra. Siete sempre benvenuti nel nostro paese”, ha detto Vucic, affermando che la Serbia ai migranti siriani e afgani ha offerto un’ospitalità  che non avevano mai incontrato prima. Inoltre, Vucic ha annunciato che sarà costruito un centro di accoglienza visto che si avvicina il brutto tempo.

“La gente parla dei migranti siriani e afgani come se fossero un gran problema. Loro sono benvenuti in Serbia. Sappiamo come la nostra gente veniva torturava venti anni fa. Sono orgoglioso che la Serbia sia il rifugio migliore  e il posto più sicuro sulla loro strada per l’Ue”, ha detto Vucic, dopo la visita ai migranti.

Il primo ministro serbo ha detto che la Serbia aiuterà per quanto possibile, menzionando che gli organi competenti hanno operato in modo organizzato. Inoltre, Vucic ha aggiunto che sarà costruito il centro di accoglienza temporanea vicino all’autostrada.

Dall’ inzio dell’anno, 90.000 migranti hanno attraversato la Serbia, mentre ogni giorno 2.000 persone entrano in Serbia, di cui la maggior parte subito la lascia, viene comunicato dal Ministero degli interni.

Oltre a Vucic, hanno fatto visita ai migranti anche il ministro di lavoro e della politica sociale Aleksandar Vulin, il ministro degli interni Nebojsa Stefanovic e sindaco di Belgrado, Sinisa Mali

“La Serbia non costruirà muri e non metterà il filo spinato per impedire l’ingresso dei migranti”, ha detto il primo ministro serbo, aggiungendo che l’Ue non avrebbe dovuto chiudere occhio su questi casi negli altri paesi, ma avrebbe dovuto reagire.

“Per quanto riguarda noi, li aiuteremo per quanto potremo. Se l’Ue vuole aiutare la Serbia, grazie. Se non vuole aiutare, la ringraziamo comunque”, ha detto Vucic durante la sua visita dei migranti.

“Secondo me, mettere filo spinato è terribile. Manca solo quello elettrificato per finire il lavoro. Ho paura che molti hanno sostenuto la costruzione di muro, facendo finta di non vedere nè muro, nè polizia, nè barriere”, ha detto Vucic. 

Vucic ha indicato che la Serbia si comporterà civilmente con i migranti e che non ne creerà maggiori problemi a questo dramma mondiale.  “Molti dicono “è facile fare cosi per voi, quando loro non si fermeranno da voi”. Però, se qualcuno vuole fermarsi in Serbia, è benvenuto e noi non abbiamo nessun problema. Questo è l’agire responsabile di un paese”, ha concluso il primo ministro serbo.

(B92, 20.08.2015.)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top