Vucic: la Serbia merita la data al più presto

ROMA – Il Primo Vicepremier serbo Aleksandar Vucic alla riunione di ieri con il Premier italiano Enrico Letta ha dichiarato, riprendendo quanto in buona parte già detto in un’intervista all’ANSA, che la Serbia ha realizzato tutto per ottenere la data di inizio dei negoziati con la UE e che merita questo il prima possibile. Il Vicepremier ha affermato che dall’Italia, come miglior amico della Serbia, si aspetta aiuto per un rapido ottenimento della data e ha ringraziato per il sostegno odierno.

Letta ha dichiarato che ne discuterà con i leader degli altri Paesi UE e che la futura collaborazione con la Serbia è una delle priorità del Governo italiano: “L’Italia aiuterà la Serbia sia economicamente che politicamente nella sua strada di integrazione europea”.

Vucic e Letta hanno discusso anche degli investimenti italiani, così come della collaborazione bilaterale, giudicata eccezionalmente buona; il Vicepremier serbo ha anche dichiarato la propria soddisfazione per l’aumento degli investimenti italiani in Serbia.

Vucic si è anche intrattenuto con Franco Frattini, presidente della Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale (SIOI), discutendo anche con lui dell’integrazione europea della Serbia. L’ex capo della diplomazia italiana ha detto che durante la riunione del gruppo di lavoro per gli affari esteri del Partito Popolare Europeo a Bruxelles il 25 giugno richiederà ai rappresentanti UE che la Serbia riceva la data al più presto: “E’ arrivato il momento che l’Europa sia giusta nei confronti della Serbia. L’Italia farà di tutto per aiutare la Serbia ad ottenere la data”.

Con il ministro della Difesa Mario Mauro Vucic ha discusso di collaborazione militare legata alla formazione, alla medicina e all’economia: in campo militare, Vucic ha ricordato la buona collaborazione con la ditta italiana Finmeccanica, con la quale la Serbia collabora per la modernizzazione dei sistemi radar e missilistico dell’esercito. “Abbiamo discusso di un’uscita comune in un terzo mercato con armi e altri dispositivi”, ha detto Vucic.

(Politika.rs, 12.06.2013)

Share this post

scroll to top
Read previous post:
L’Unione europea vuole vedere passi in avanti contro la corruzione
Salvi i risparmi e i licenziamenti
Close