Vucic in visita a Sarajevo: “Rispetto per la Federazione bosniaca”

Nel suo primo viaggio all’estero, il Premier ha visitato la capitale bosniaca accompagnato dal Ministro delle Finanze Lazar Krstic.

Vucic, nella conferenza per i giornalisti, ha detto di essersi deciso per questo viaggio da solo e non su pressione della UE o della Turchia. Stando alle sue parole, molto è cambiato dagli anni Novanta e questo le persone lo devono capire. Vucic ha lanciato un messaggio di rappacificazione, cercando di non scontentare nessuno: da un lato ha detto di rispettare l’integrità della Federazione di Bosnia ed Erzegovina, dall’altro di rispettare parimenti la Republika Srpska.

Vucic ha incontrato il presidente del Consiglio dei MInistri bosniaco, Vjekoslav Bevanda, il quale ha poi dichiarato che i colloqui sono stati caratterizzati da un clima di profondo rispetto, dall’assenza di complicazioni e dalla discussione su proposte concrete. Per Bevanda è giunto il momento di guardare avanti, augurandosi che i due Paesi possano avere rapporti giusti. I temi sul tavolo sono stati soprattutto di carattere economico: le due delegazioni hanno in particolare sottolineato la possibilità di giungere ai fondi IPA attraverso progetti comuni. Durante la sua visita, Vucic ha fatto una passeggiata nel centro cittadino, visitando Bas Carsija [il quartiere del bazar ottomano, ndr.], la chiesa ortodossa, quella cattolica e una moschea.

Ospite in serata della televisione serba, Vucic ha dichiarato di essere stato ben accolto a Sarajevo e ha ribadito i concetti espressi durante la giornata, ribadendo che il rispetto dell’integrità territoriale della Federazione non significa un allontanamento della Republika Srpska, ma anche che si è aperta una nuova fase nei rapporti tra i due Paesi balcanici.

(Beta, Tanjug, 13.05.2014)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top