Vucic alla Panasonic: “IVA in crescita del 5%”

Il primo ministro Vucic, in visita alla fabbrica Panasonic di Svilajnac ha comunicato che i versamenti dell’imposta sul valore aggiunto (PDV) sono cresciuti del 5% rispetto al previsto e che ci si aspetta un buon dato anche sul versante delle uscite.

“Dato che è passato il 15 marzo mi aspetto che i dati trimestrali del pagamento della PDV, che sono come il numero dei globuli rossi del sangue per la nostra economia, saranno migliori del 5% rispetto al previsto. Si tratta di un buon risultato per il nostro paese”, ha dichiarato Vucic, accompagnato dal ministro dell’economia Zeljko Sertic nella visita alla fabbrica di proprietà giapponese.

Vucic si aspetta buone notizie anche sul lato della spesa pubblica e ha affermato che non è un problema chi guida una municipalità e la visita ne è una dimostrazione: “Accogliamo tutto quello che è bene per il nostro paese e non porteròmai un investitore in questa o quella municpalità in base al colore politico. Tutto quello che è bene per il nostro paese sarà sostenuto dal governo. Siamo orgogliosi di questa fabbrica e di chi vi lavora, di cui il 75% sono donne”.

“L’economia serba ha ridotto il suo deficit l’anno scorso al 3,7% e secondo i dati del rapporto “Doing Business” vi sono stati 1,8 miliardi di investimenti”, ha ricordato l’ambasciatore giapponese in Serbia Juici  Takahara nel coros della visita alla Panasonic.

“Panasonic è un ottimo esempio, perché nel 2011 aveva 40 dipendenti e oggi 390. Abbiamo ragionato dell’incremento della capacità produttiva e lo Stato serbo aiuterà in questo attraverso gli incentivi. Sono convinto che incrementando la produzione la Panasonic aiuterà non solo la crescita del prodotto interno lorodo serbo e del numero degli occupati ma anche l’arrivo di nuovi investitori giapponesi”, ha detto Vucic, il quale si è detto certo che la fabbrica assumerà nuovi lavoratori e in questo sarà sostenuta dallo Stato. “All’inizio abbiamo avuro problemi con la Panasonic ma li abbiamo tutti risolti. Io sono un uomo diretto e sollecito anche i giapponesi. Ho detto loro che devono assumere più persone e otterranno tutto quanto vogliono. Compreremo le loro lampadine per “Belgrado sull’acqua” così che venderanno anche sul mercato domestico. Loro mi hanno guardato straniti”, ha continuato Vucic.

(Vecernje Novosti, 16.03.2016)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Aleksandar Vucic, belgrado sull'acqua, Giappone, Svilajnac
Investimenti dalla Svizzera a un miliardo di euro

Vi sono differenze tra investimenti locali e quelli stranieri?

Chiudi