Vucic ha deciso: incarico alla Brnabic, Europride cancellato

Il Presidente della Serbia Aleksandar Vucic ha proposto al Parlamento la premier uscente Ana Brnabic come incaricata per la formazione del nuovo governo. Egli ha aggiunto che il Sindaco di Novi Sad, Milos Vucevic, avrà un ruolo di grande rilevanza nel nuovo governo, così come Ivica Dacic ricoprirà due ruoli, di cui uno di coordinatore dei servizi di sicurezza. 

Vucic ha anche informato che non vi saranno restrizioni all’erogazione di energia elettrica, anche se la situazione rimane seria. In merito al Kosovo, il Presidente ha informato che non vi sono novità in merito alla vicenda delle targhe automobilistiche, purtuttavia spera che l’Unione europea si impegni per trovare un accordo sui documenti di identità personale.

L’Europride non si terrà a Settembre: non si sa se verrà rinviato o cancellato, d’accordo con la maggioranza del governo uscente e con la prima ministra. Vuci ha dichiarato di non essere contento per questa decisione, che si mettono in discussione i diritti delle minoranze, ma lche si è giunti a questa conclusione a causa della pressione di molteplici problemi: “In questa fase abbiamo il tema dei “Balcani Aperti” e della pesante crisi in Kosovo e etochia che di certo non si risolveranno il prmo settembre”, ha detto Vucic, il quale ha aggiunto che è ben conscio che molte persone considerano sinceramente il tema “un grande peccato”, e tuttavia la cancellazione mette in gioco i diritti di una minoranza perché il paese è pressato da altri problemi. 

Mentre sulle targhe dei veicoli che circolerebbero in Kosovo non si è raggiunto ancora lacu accordo, “Siamo pronti a rilasciare un ‘avviso’ generale in cui si scriverebbe che l’uso delle carte d’identità rilasciate da Pristina è consentito esclusivamente per motivi pratici, a causa della libertà di movimento, e non come riconoscimento dell’indipendenza dichiarata unilateralmente di Kosovo, non pregiudica la determinazione dello status definitivo del Kosovo e non può essere interpretato come una deviazione dalla risoluzione 1244 del Consiglio di sicurezza dell’ONU”, ha affermato Vučić.. A tal fine ci si aspetta che l’Unione europea rilasci garanzie secondo le quali ogni serbo che vive a Liposavica o a Gracanica possa entrare e uscire senza problemi, senza l’obbligo di mostrare documenti rilasciati da Pristina. 

“Elettricità a prezzi calmierati”

“I cittadini serbi pagano l’energia elettrica 41 euro a megawattora mentre il costo di produzione è di 57 euro a megawattora. Consumiamo molta più energia di quanto produciamo. Questa situazione ci costa 20 milioni di euro al giorno, ovvero 600 milioni di euro al mese. Ai prezzi attuali, se la situazione continuasse così, ci servirebbero annuale 8 miliardi di euro, questa situazione non solo è insostenibile nella regione, ma lo sarebbe anche in Francia. Questo significa la bancarotta. Segue la catastrofe dell’Europa”. ha detto Vucic. “Desidero comunque comunicare ai cittadini che non vi saranno restrizioni all’erogazione di energia elettrica. Consumiamo 3,2 miliardi di metri cubi di gas all’anno, di cui 2 milairdi ci arrivano dalla Russia al prezzo di 400 euro per 1000 metri cubi. Questo è un prezzo fantastico. Ma l’altro miliardo e 200 milioni di metri cubi dobbiamo comprarli sul mercato libero, che oggi è arrivato a 4000 euro per 1000 metri cubi. Questo implicherebbe un costo di 4,8 miliardi di euro. Per fortuna abbiamo iniziato a immagazzinare gas sin da maggio, altrimenti saremmo in bancarotta”

“Vi saranno molti cambiamenti nel governo”

Vi saranno molti cambiamenti nel governo e per Ana Brnabic vi saranno dei compiti molto difficili. Vucic ha detto che si aspetta la lista dei ministri entro 20 giorni. “Questo è il nostro accordo e tra noi non vi sono mercanteggiamenti, contrasti o problemi. In questo periodo siamo diventati amici e sappiamo bene cosa facciamo e cosa serve per la stabilità dello Stato. Di Ana Brnabic ho la massima fiducia e ho deciso di scegliere lei quando una deputata ha affermato in Parlamento che Ana è satanizzata, perché sono loro a essere satanizzati, i peggiori di Serbia che criticano una donna che ha fatto un lavoro fuori dal comune”. 

“Ritengo che dovremo affrontare un periodo molto pesante e che si arriverà a una ristrutturazione del quadro politico, con i moderati di centro, destra e sinistra che si raggrupperanno e dall’altra parte gli irresponsabili di estrema destra, che hanno formato il blocco patriottico, assieme a quelli di sinistra, inclusi i liberali, quelli che danneggerebbero lo Stato in cinque minuti”.

“Vucecic vice presidente del governo, a Dacic due importanti funzioni “

“Milos Vucevic avrà una funzione molto importante nel governo, oltre a ricoprire il ruolo di vice presidente del consiglio dei ministri, mentre Ivica Dacic ricoprirà un ministero importante, la posizione di sostituto presidente del consiglio oltre al coordinamento dei servizi di sicurezza. Questo dimostra la fiducia che ho nei confronti di Ana Brnabic, Milos Vucevic e Ivica Dacic”. 

“Naturalmente, anche Sinisa Mali, di cui ho una enorme fiducia, sarà vicepresidente del governo”. 

La Brnabic non guiderà il governo quattro anni

La Brnabic non guiderà il governo per l’intera legislatura poiché si è concordato che vi sarà un cambiamento nel 2024. “E’ molto importante che sia al governo una persona con esperienza in funzione delle difficoltà che dovremo affrontare e risolvere in autunno e in inverno”, ha specificato Vucic. 

 

Fonte: https://www.rts.rs/page/stories/ci/story/1/politika/4934552/vucic-predlozio-anu-brnabic-za-predsednicu-vlade-.html

 

 

 

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top