Vucic: “Entro un anno meno disoccupati”

Ospite della trasmissione domenicale dell’emittente B92, Utisak nedelje, il Vicepremier ha parlato di vari temi.

Per quanto riguarda i posti di lavoro, partendo dal fatto che in questi giorni si scommette su quanti verranno lasciati a casa dalle aziende statali in riorganizzazione, egli ha detto che nessuno può sostenere che rimarranno senza occupazione centinaia di migliaia di persone. Come momenti fondamentali del prossimo futuro, Vucic ha parlato dell’inizio dei negoziati con la UE e dell’accordo con il Fondo Monetario Internazionale.

Sulla questione Srbijagas, il Vicepremier ha assicurato che il Governo troverà una soluzione entro la fine di dicembre per i debiti che la Serbia ha nei confronti della Russia e che questo non influirà sulla realizzazione del South Stream. A proposito del gasdotto, Vucic ha detto che nella sua costruzione saranno impiegati 25000 persone, più altre 100.000 indirettamente. Alle domande sul perché alla riunione con Gazprom non abbia partecipato la Ministra dell’Energia Mihajlovic (notoriamente molto critica sulla gestione della questione Srbijagas) e sugli attacchi nei suoi confronti che sono giunti dalla Russia, Vucic ha risposto che ella parteciperà alla riunione che si terrà a Mosca (dove verranno firmati tre accordi) e che nessuno ha chiesto le dimissioni della Ministra.

Dopo le dichiarazioni del Ministro dell’Economia Radulovic sulla chiusura della SIEPA, Vucic ha rassicurato sul fatto che il fondo di finanziamento per gli investimenti non verrà cancellato, ma che saranno applicati maggiori controlli sulla gestione del denaro. Egli ha a che detto che Radulovic ha quasi sempre ragione, ma che non ha tatto nell’esprimere le proprie posizioni.

(b92.net, 12.11.2013)

aleksandar-vucic-1352498993-228328

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top