Vučić: “Credo nel nuovo governo serbo, ci aspettano tempi difficili”.

Parlando all’emittente pubblica serba RTS, il presidente serbo Aleksandar Vučić ha toccato una serie di argomenti che saranno importanti per la Serbia nel prossimo periodo.

Egli ha dichiarato che chiederà al suo omologo cinese Xi Jinping di aiutare a riavviare la produzione di treni in Serbia. Vucic ha ricordato che in Serbia ci sono due fabbriche che producono vagoni e motori per treni e che potrebbero riprendere la produzione con l’aiuto della Cina. Ha aggiunto che chiederà aiuto anche per la produzione di veicoli volanti e per gli investimenti nell’IA da parte di aziende cinesi. Ha anche sottolineato che le esportazioni serbe in Cina sono cresciute di 140 volte negli ultimi 10 anni e che la Serbia e la Cina firmeranno un accordo di libero scambio il 1° luglio.

Ha definito Jinping l’uomo più potente del mondo e si è detto soddisfatto della visita. Xi Jinping si recherà in visita ufficiale in Serbia il 7 e 8 maggio, come una delle tre destinazioni del suo tour in Europa insieme a Francia e Ungheria.

Vučić ha inoltre annunciato il lancio di nuovi voli per Guangzhou, Miami e Seoul da Belgrado.

Il Presidente serbo ha anche espresso la sua fiducia nel nuovo governo serbo aggiungendo: “Per me la cosa più importante è che il governo raggiunga i suoi obiettivi, che sono l’assistenza ai cittadini serbi, l’aumento dei salari e la realizzazione del progetto Expo. Il governo deve affrontare i numerosi problemi e le oscure nubi politiche che incombono sulla Serbia, ma noi lotteremo insieme per il progresso della Serbia”.

Parlando della risoluzione delle Nazioni Unite sul genocidio di Srebrenica, ha detto che la risoluzione sarà sottoposta al voto dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite probabilmente il 15 o il 16 maggio, aggiungendo che Polonia, Estonia, Lussemburgo, Croazia e Bulgaria si sono offerti di essere co-sponsor della risoluzione.

Ha inoltre espresso le sue più sentite condoglianze alle vittime delle sparatorie di massa avvenute esattamente un anno fa nella scuola elementare Vladislav Ribnikar di Belgrado e nel villaggio di Dubona. Vučić ha anche ricordato che, a seguito di questi tragici eventi, il Ministero dell’Interno “ha aumentato drasticamente il numero di agenti di polizia nelle scuole, così come il numero di psicologi scolastici”.

(RTS, 04.05.2024)

https://www.rts.rs/vesti/politika/5431635/aleksandar-vucic-nova-vlada-kina-rezolucija-kosovo.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top