Vucic all’Assemblea dell’Onu e la questione del Kosovo

Il Presidente serbo Aleksandar Vucic si è recato a New York, dove mercoledì, davanti all’Assemblea generale delle Nazioni Unite, presenterà al mondo intero la posizione della Serbia sulla questione del Kosovo.

Il 21 settembre il Presidente serbo Aleksandar Vučić si rivolgerà al mondo intero a New York, all’Assemblea generale delle Nazioni Unite, sulla questione del Kosovo, presentando la posizione del Paese. Vučić avrà inoltre più di 30 incontri con funzionari stranieri nell’occasione, almeno secondo gli analisti. Sabato scorso, Vucic ha incontrato l’ambasciatore americano in Serbia, Christopher Hill, e in quell’occasione ha sottolineato che durante la visita a New York, discuterà anche del miglioramento della cooperazione con gli USA, nei numerosi incontri che avrà con alti funzionari dell’amministrazione americana.

Sul dialogo tra Belgrado e Pristina il Presidente serbo ha sottolineato che si aspetta il sostegno degli Stati Uniti in tutti gli sforzi della Serbia volti a continuare il dialogo, poiché il dialogo è l’unico “modo giusto per risolvere tutte le questioni aperte”. Il Presidente ha ribadito la posizione della Serbia volta a preservare la pace e la stabilità nella regione, poiché, come ha affermato, “il nostro Paese si è posizionato come un partner affidabile e responsabile con la sua politica coerente e seria”.

L’esperto di politica estera del quotidiano “Politika”, Boško Jakšić, per Kurir ha stimato che gli incontri di Vučić avranno due obiettivi. “All’Assemblea Generale delle Nazioni Unite una volta all’anno tutti gli statisti si riuniscono anche per una serie di incontri bilaterali concordati al fine di confermare le loro posizioni o per cercare di persuadere altri a moderarle. Vučić farà esattamente questo in relazione al Kosovo, da un lato per rafforzare il sostegno e dall’altro per cercare di alleviare le pressioni a cui è esposta la Serbia” ha detto.

Il diplomatico Zoran Milivojević afferma che questa sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite è estremamente importante, la più importante di questo decennio perché, afferma, sarà dominata dal conflitto globale e dai dilemmi legati all’ordine internazionale. “Per la Serbia, il tema chiave sarà sicuramente la tutela degli interessi statali e nazionali. Sarà al centro del discorso del Presidente e durante gli incontri bilaterali. Per noi è importante che il nostro tema si inserisca nel contesto globale, perché sarà dominante la difesa dell’ordine internazionale esistente, che si basa sui principi del diritto internazionale e sul rispetto della Carta delle Nazioni Unite, che è anche la nostra argomentazione riguardo al Kosovo”, ritiene Milivojević.

https://www.kurir.rs/vesti/politika/4013669/diplomatska-ofanziva-vucica-u-njujorku-ocekuje-vise-od-30-sastanaka-sa-svetskim-zvanicnicima

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top