Vucic all’apertura della fabbrica di Kula: la Serbia diventa un paese vincitore

L’azienda tessile italiana Calzedonia ha aperto oggi a Kula, il suo terzo stabilimento in Serbia, opera già a Sombor e a Subotica, riporta Rts.

L’impianto di Kula è costruito su 2.000 ettari di terreno e impiega 150 persone, e si prevede l’assunzione di altri 150 dipendenti, ha riferito l’inviato di Rts, sottolineando che questa azienda è molto importante per la città perché i dipendenti sono principalmente donne.

All’inaugurazione della fabbrica ha partecipato anche il presidente serbo Aleksandar Vucic, che ha annunciato che a febbraio, a Kula, verrà aperta anche una fabbrica dell’investitore tedesco Witzenmann.

La fabbrica di Witzenmann a Kula impiegherà circa 300 persone e investirà quasi 20 milioni di euro, ha detto Vucic.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

Vucic sottolinea che durante il fine settimana ci sarà una grande festa – I 100 anni di adesione della Vojvodina alla Serbia – che è uno dei più importante eventi nazionali in Serbia. Ha aggiunto anche di essere molto contento del fatto che il Kosovo non è stato ammesso all’Interpol e spera che in futuro ci siano più vittorie di questo tipo.

“Queste vittorie sono per i nostri figli, per farli avere un lavoro sicuro e un futuro sicuro. Per garantire sicurezza ai cittadini serbi ovunque loro vivano. Costruiremo inoltre, le relazioni più strette con la Repubblica Srpska, rispettando l’integrità della Bosnia e prendendoci cura della nostra gente”, ha detto Vucic e riporta Rts.

https://www.danas.rs/ekonomija/vucic-na-otvaranju-fabrike-u-kuli-srbija-postaje-zemlja-pobednika/?fbclid=IwAR1LcxdnE6RhMhwdedYi7mlxg_v3iU500uDfm5oQaZtdKvrEq-rPLbRCq3w

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... Aleksandar Vucic, Calzedonia
A Belgrado arrivano ricatti da Bruxelles

Il pacchetto d’investimento di Putin per una Serbia più forte

Chiudi