Vučević: “La Serbia è pronta a raggiungere un compromesso sul Kosovo“

Il nuovo governo della Serbia è disposto a fare “compromessi” sul Kosovo, ha dichiarato il Primo Ministro Milos Vučević durante un’intervista ampia concessa all’AFP martedì.

Da quando è entrato in carica a maggio, Vučević ha aiutato la Serbia a mantenere una delicata linea diplomatica, mentre Belgrado cerca simultaneamente di entrare nell’Unione Europea, assicurarsi un posto nei futuri mercati energetici e rimanere in buoni rapporti sia con l’Oriente che con l’Occidente.

In vista di un incontro di alto profilo tra il Presidente serbo Aleksandar Vučić e il Primo Ministro del Kosovo Albin Kurti a Bruxelles mercoledì, Vučević ha assicurato all’AFP che Belgrado è pronta a negoziare nonostante un recente aumento delle tensioni tra i due vicini.

“Siamo pronti a fare accordi e compromessi, compromessi che significano che nessuna delle due parti è un vincitore assoluto o un perdente assoluto”, ha detto Vučević, che ha assunto l’incarico a maggio.

“Qualsiasi altra cosa non è e non può avere sostenibilità a lungo termine”, ha aggiunto l’ex ministro della Difesa, che ha anche trascorso un decennio come sindaco di Novi Sad.

Commentando i recenti rapporti dei media secondo cui la Serbia avrebbe esportato armi e munizioni per un valore di 800 milioni di euro in Ucraina, Vučević ha dichiarato: “Non voglio impedire alle aziende (serbe) di vendere le nostre munizioni a Spagna, Repubblica Ceca, Stati Uniti… perché ciò non è vietato e non è immorale per noi produrre armi e munizioni che, purtroppo, sono utilizzate anche dove c’è guerra.”

Sul fronte interno, Vučević ha dovuto affrontare una disputa in corso sul futuro di una controversa miniera di litio nella Serbia occidentale.

Il dibattito sulla sicurezza del progetto ha scatenato manifestazioni di massa alla fine del 2021 che hanno costretto le autorità a sospendere il progetto, anche se i funzionari hanno suggerito che potrebbe essere riavviato con la giusta supervisione.

All’inizio di questo mese, il gigante minerario australiano Rio Tinto ha pubblicato un atteso rapporto sull’impatto ambientale della miniera, che ospita una delle più grandi riserve di litio d’Europa – un metallo strategicamente prezioso cruciale per la produzione di batterie per veicoli elettrici.

Il premier ha detto che l’industria mineraria è stata a lungo un motore dello sviluppo del paese, ma ha insistito che qualsiasi progetto futuro deve essere sottoposto a un rigoroso controllo per garantire che non vi siano danni ambientali causati dalla miniera.

“Non permetteremo mai a nessuno di distruggere i fiumi, i campi, i laghi, le foreste, i prati, le montagne e le pianure della Serbia”, ha detto Vučević.

“Ma non rinunceremo nemmeno a qualcosa che potrebbe essere un forte potenziale economico e un motore per lo sviluppo della Serbia in futuro”, ha aggiunto.

(Blic, 25.06.2024)

https://www.blic.rs/vesti/politika/Vučević-o-kosovu-srbija-spremna-na-kompromis-ali-tako-da-nema-apsolutnog-pobednika-i/yq15ltq

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top