Votata all’unanimità la dichiarazione a favore del boicottaggio delle elezioni

L’opposizione, riunita attorno all’idea di un boicottaggio delle elezioni, ha adottato una dichiarazione a Belgrado in cui considera qualsiasi tentativo di formare un governo basato sui risultati di “elezioni false”, un atto di rovesciamento dell’ordine costituzionale, riporta “N1”. La dichiarazione afferma che si riterrà illegittima tale autorità e si combatterà contro di essa con tutte le forme possibili di resistenza e disobbedienza civile.

“Continueremo la lotta per media liberi ed elezioni libere ed eque con tutti i mezzi legittimi disponibili per democratizzare la Serbia”, afferma la dichiarazione, e “ci opporremo alla violenza, in particolare a qualsiasi estremismo associato al regime. Ci impegniamo a rimanere solidali nella protezione di tutti i cittadini vulnerabili che sono perseguitati dal governo per opinioni o azioni contrarie e forniremo assistenza e protezione alle persone e ai gruppi vulnerabili”, continua la dichiarazione.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Si afferma inoltre che in questa direzione continueranno a cooperare con tutte le organizzazioni e gli individui che hanno lo stesso obiettivo.

“Continueremo le discussioni con i rappresentanti dell’Unione Europea e altri Paesi e organizzazioni che sostengono i valori democratici, la libertà dei media ed elezioni eque”.

La dichiarazione è stata letta da uno dei leader dell’alleanza “Savez za Srbiju”, Janko Veselinovic, e i partecipanti l’hanno adottata all’unanimità sollevando le schede elettorali dove c’era scritto “Boicottaggio”.

L’opposizione serba, che ha preso la decisione di boicottare le elezioni, si è riunita sabato a Belgrado in una sala della “Kombank dvorana”, proseguendo poi per una passeggiata di protesta fino al palazzo della Radio-Televisione Serbia (RTS).

“Svaki pokušaj formiranja vlasti na osnovu lažnih izbora smatraćemo rušenjem ustavnog poretka…”: Opozicija koja zagovara bojkot usvojila deklaraciju

 

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in boicottaggio, Elezioni
Cupic: “La decisione di “1 od 5 miliona” di presentarsi alle elezioni è inaccettabile e irragionevole”

“1 od 5 miliona”: “Basta proteste e accordi con l’opposizione, andiamo alle urne”

Close