Vojvodina: puntare allo sviluppo delle zone industriali

Puntare allo sviluppo economico attraendo investitori nelle zone industriali si è dimostrata una ricetta vincente in molti comuni della Serbia.

Tuttavia, mentre alcuni investitori devono attendere per ottenere il loro posto in alcune zone industriali, molto popolari in alcune parti periferiche delle città, alcuni stanno decisamente lottando per attirare gli investitori.

Il Governo della Vojvodina ha recentemente analizzato il totale delle 118 zone industriali della provincia, che coprono un’estensione di 20.000 ettari. Il governo è disposto a investire nel loro sviluppo a condizione che le autorità locali attraggano investitori. I fondi per lo sviluppo non dovrebbero costituire un problema, in quanto la Vojvodina dovrebbe presto dotarsi di un organismo il cui unico scopo sarebbe quello di destinare i fondi governativi di investimento.

La Segreteria provinciale per l’Economia e il Turismo ha condotto l’analisi di cui sopra, in collaborazione con l’Istituto per la Pianificazione del territorio della Vojvodina ed i comuni della provincia. Il Segretario provinciale per l’Economia, Ivan Djokovic, ricorda che quasi tutti i comuni della Vojvodina sono provvisti di almeno una zona industriale.

“Non sono tutte allo stesso livello, in termini di infrastrutture. Mentre alcune sono dotate di grandi infrastrutture, altre mancano di quelle basilari, come acqua, fognature o elettricità”, puntualizza Djokovic, aggiungendo che le zone industriali a Stara Pazova, Indjija e Subotica stanno realizzando notevoli progressi con le aziende di fama mondiale, come Siemens e Swarovski, che vi operano, proprio come la zona industriale di Zrenjanin. D’altro canto, alcune zone sono in difficoltà. Djokovic osserva che, in futuro, quei comuni che hanno ricevuto il minor numero di investimenti e fondi dovrebbero essere maggiormente sostenuti al fine di aumentare il loro livello di sviluppo.

“Banat County è la zona più sottosviluppata della Vojvodina e siamo disposti ad aiutare nell’attrarre investitori. L’arrivo di grandi aziende sarà possibile se le autorità statali e provinciali competenti coordineranno le loro attività. Inoltre, le piccole e medie imprese hanno diritto agli incentivi, e sarà data loro l’opportunità di diventare fornitori di grandi aziende”, conclude Djokovic.

La regione della Vojvodina riserva anche eccellenti opportunità per lo sviluppo della cooperazione transfrontaliera, e fondi comunitari potrebbero essere utilizzati per sviluppare le zone industriali.

(eKapija, 06.02.2017)

http://www.ekapija.com/website/sr/page/1663886/U-razvoj-118-industrijskih-zona-u-Vojvodini-potrebno-ulo%C5%BEiti-3-milijarde-dinara-%C5%A0ansa-za-nove-investitore

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... sviluppo, Vojvodina
Chirurgia in Vojvodina: prima ricostruzione facciale con impianto in titanio

Castelli, laghi e vini: alla scoperta della Vojvodina
Chiudi