Viola von Cramon: Tutto ciò che abbiamo detto sulle elezioni deve essere attuato

L’europarlamentare dei Verdi, Viola von Cramon, ha ribadito oggi che il 17 dicembre in Serbia si sono verificati massicci brogli elettorali e che, a suo avviso, è necessario formare un gruppo di lavoro incaricato di recarsi in Serbia e avviare il processo di mediazione, perché l’opposizione ha buone ragioni per lamentarsi dei risultati delle elezioni.

Questa è stata anche la valutazione delle elezioni in Serbia da parte di altri membri del Parlamento europeo nella commissione Affari esteri che hanno discusso la situazione politica in Serbia e le elezioni di oggi. Hanno sottolineato che le condizioni elettorali in Serbia non erano eque, che lo Stato di diritto deve essere sostenuto, che le relazioni tra Serbia e Kosovo devono essere normalizzate e che è necessario che la Serbia si allinei alla politica estera dell’UE.

Von Cramon ha anche affermato che tutto ciò che hanno detto i rappresentanti della Commissione europea e del Servizio di politica estera dell’Unione europea deve essere messo in pratica, e non rimanere solo “parole sulla carta”.

“Dobbiamo presentare una proposta su come risolvere la questione dei brogli elettorali di massa che si sono verificati il 17 dicembre, di cui tutti sono a conoscenza, ma per i quali nessuno sta facendo nulla”, ha affermato.

Secondo Von Cramon, in un Paese normale, come la Germania “o anche il Kenya”, l’opposizione ha la possibilità legale di appellarsi ai tribunali, che garantiranno che la loro parola venga ascoltata.

“In Serbia, l’annuncio dei risultati elettorali è stato retrodatato in modo che l’opposizione perdesse il diritto di ricorrere. Questo è ingiusto e ingiustificato”, ha dichiarato e ha ribadito che qualcuno delle istituzioni europee deve garantire il rispetto dei diritti degli elettori.

“Dobbiamo andare lì, dobbiamo raccogliere tutti i fatti. Ho parlato con numerosi partecipanti e so come la frode è stata orchestrata e preparata, ma sarebbe bene raccogliere questi fatti e pubblicarli”, ha sottolineato.

Von Cramon ha ricordato che il Parlamento europeo ha un buon meccanismo di dialogo interpartitico, ma è necessaria una reazione “ad hoc”.

“Questo non aiuterà la Serbia ad avvicinarsi all’UE e non porterà progressi”, ha detto Von Cramon, aggiungendo che il problema è anche la mancata applicazione delle leggi sui media.

“I candidati dell’opposizione non hanno avuto accesso ai media. La situazione post-elettorale non è stata trasparente ed equa”, ha concluso Von Cramon.

(Vreme, 23.01.2024)

https://vreme.com/vesti/viola-fon-kramon-sve-sto-smo-rekli-povodom-izbora-mora-biti-sprovedeno/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
× Thinking to invest in Serbia? Ask us!