Vicino l’uso legale della tecnologia di riconoscimento facciale biometrico

Ogni nostro passo e movimento sarà monitorato da telecamere intelligenti la cui installazione è iniziata a Belgrado due anni fa. Con l’aiuto della tecnologia avanzata di riconoscimento facciale biometrico, sarà immediatamente chiaro chi è la persona nel video. Finora, sia i cittadini che i professionisti nonché il Commissario per la protezione dei dati personali hanno più volte affermato che non esiste una base giuridica per l’uso di tali telecamere, ma se verrà adottata la bozza della nuova legge sulla polizia, non ci saranno più ostacoli alla pratica.

“Questo sistema colpisce tutti i cittadini, non solo i belgradesi, dove le telecamere vengono ora installate in massa, ma tutti i cittadini, non solo della Serbia, ma anche quelli che si trovano in Serbia, perché consente la sorveglianza di massa. Quindi è una grande invasione della privacy, perché i dati di tutti, anche i più sensibili, verranno registrati in questo sistema”, afferma Danilo Krivokapić della Fondazione “Share”.

Il commissario per l’Informazione di importanza pubblica e la protezione dei dati personali, Milan Marinovic, ha espresso due volte pareri negativi sulla valutazione dell’impatto dell’introduzione di nuove tecnologie; finora la polizia non aveva alcuna base legale per utilizzare le telecamere intelligenti, ma se si adottasse la nuova bozza non ci sarebbe più alcun impedimento giuridico.

“È necessario che tutti i cittadini che accedono a questi spazi pubblici siano informati e consapevoli che lo spazio è sotto sorveglianza audio e video, e che se vogliono cambiare il loro comportamento dipende da loro. Poi spetta alle autorità valutare se è necessario e perché è necessario e perché non possono eventualmente raggiungere lo scopo in altro modo, non invadendo così tanto la privacy”, afferma Marinović.

Se le telecamere ci riprendono, chi memorizzerà le informazioni su di noi e dove, e chi vi potrà accedere? Krivokapić afferma che sappiamo da alcuni documenti presentati al Commissario che i dati verranno conservati nel comando di polizia e nel centro operativo e che solo le persone autorizzate dalla polizia avranno accesso alle informazioni; il contrario dimostra però il trattamento dei dati conservati sul telefono.

Nasmešite se – sve je po zakonu, život nam možda uskoro postane rijaliti

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top