Verso chi e quanto si è indebitata la Serbia?

Finora, la Serbia ha preso in prestito un totale di 8,37 miliardi di euro dalle banche europee, tra cui la “BERS, la BEI, la CEB”, la Banca tedesca per lo sviluppo, nonché la Banca internazionale per la ricostruzione e lo sviluppo (IBRD), mentre deve 1,15 miliardi di euro alla cinese “EXIM Bank”, e un totale di 2,66 miliardi di euro a governi stranieri, scrive “Biznis i finansije”.

L’ultimo spaccato ufficiale dello stato del debito pubblico al 31 marzo indica diversi fatti interessanti. Attualmente, ad esempio, il Paese deve più sulla base dei titoli emessi sul mercato interno (10,88 miliardi di euro) che sul mercato estero (6,16 miliardi di euro). Quando si parla di debiti correnti verso i governi esteri, né l’Unione Europea, né la Cina, né la Russia sono al 1° posto, ma il Governo e il Fondo di Abu Dhabi con 1,72 miliardi di euro, si legge nell’edizione della Rivista di economia e finanza.

La Serbia deve un totale di 2,66 miliardi di euro ai governi stranieri, circa quanto alla Banca internazionale per la ricostruzione e lo sviluppo (IBRD), verso la quale ha attualmente debiti per 2,19 miliardi di euro.

Alla fine del primo trimestre, il debito pubblico totale ammontava a 28,1 miliardi di euro, pari al 55,7 per cento del PIL; il limite è stato tracciato dal Presidente serbo Aleksandar Vučić, che ha affermato che “la quota del debito pubblico non potrà superare il 60,5% del PIL”.

La revisione del bilancio prevede invece un deficit di 381,7 miliardi di dinari e altri 478,6 miliardi di dinari per il rimborso del capitale e l’acquisto di attività finanziarie. Ciò significa che lo Stato dovrebbe mettere a disposizione poco più di 7 miliardi di euro per coprire entrambi i “svantaggi”, il che pone al centro la questione del prezzo dei prestiti futuri, sia bilateralmente, con l’estero, sia sul mercato finanziario internazionale.

Il rapporto tra debito pubblico e PIL alla fine di quest’anno dipenderà dalla realizzazione della proiezione del Governo che prevede una crescita economica del 6%, presupposto in base al quale sono stati fatti sia il bilancio che il riequilibrio.

https://www.danas.rs/ekonomija/kome-sve-srbija-duguje-i-koliko/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top