Venduto il vecchio zuccherificio di Belgrado per 690 milioni di dinari

L’Agenzia serba per la supervisione fallimentare ha venduto il vecchio zuccherificio di Belgrado per 690 milioni di dinari.

Lo zuccherificio è stato venduto in un’asta pubblica a cui hanno partecipato tre offerenti. Il prezzo iniziale è stato fissato a 680 milioni di dinari, mentre la seconda offerta di 690 milioni di dinari è stata accettata.

I deputati serbi Aleksandar Ćuta Jovanović e Danijela Nestorović e un gruppo di attivisti hanno cercato di impedire la vendita, senza riuscirci.

“Chi ha stimato che il complesso Šečerana (NdT: zuccherificio, in serbo) valga 6 milioni di euro? Chi ha pensato che questa città potesse essere ceduta, insieme ai suoi beni culturali, dall’edificio dello Stato Maggiore dell’Esercito e della Fiera di Belgrado al Vecchio Zuccherificio a società offshore?”. ha chiesto Jovanović.

Una donna che ha partecipato all’asta ed è stata l’unica ad accettare l’offerta di 690 milioni di dinari (circa 6 milioni di euro) ha detto di rappresentare lo studio legale GS&M, ma ha rifiutato di rivelare il nome dell’acquirente.

Il Ministro serbo dell’Edilizia, dei Trasporti e delle Infrastrutture, Goran Vesić, ha dichiarato che era ovvio che il curatore fallimentare avesse fretta di vendere il complesso per una piccola somma di denaro, aggiungendo che lo Stato ha il diritto di prelazione che, è sicuro, userà per rivitalizzare e preservare l’area.

“Come tutti ci aspettavamo, il Vecchio Zuccherificio è stato venduto oggi. Ho avvertito più volte della chiara intenzione di vendere l’Antico Zuccherificio per una piccola somma di denaro e del fatto che l’acquirente era noto in anticipo. Purtroppo lo Stato non può influenzare il lavoro dei curatori fallimentari. Ciò che lo Stato può fare è utilizzare il diritto di prelazione, e spero che lo faccia”, ha dichiarato Vesić.

L’acquirente, Vrenje d.o.o., ha acquisito 18 proprietà che si estendono su 11 ettari di terreno, tra cui l’istituzione culturale KPGT Theatre, situata nel complesso del Vecchio Zuccherificio, che è un punto di riferimento della città dal 2021.

Secondo i registri aziendali del 2022, la Vrenje d.o.o. ha tre dipendenti e un terzo di essa è di proprietà della Concord West Company, il cui titolare è Željko Drčelić, presidente del comitato esecutivo del club di pallacanestro della Stella Rossa. Concord West è un’impresa di costruzioni. Gli altri due terzi sono di proprietà di un cittadino montenegrino, Vlado Stanišić.

Il complesso industriale è stato dichiarato patrimonio culturale nel 1984 e fa parte dell’unità storico-culturale Topčider, dichiarata patrimonio culturale di importanza storica nel 1987.

(Danas, 11.06.2024)

https://www.danas.rs/vesti/ekonomija/firma-sa-tri-zaposlena-kupila-staru-seceranu-ko-stoji-iza-vrenje-d-o-o-preduzeca-koje-je-kupilo-bivsu-fabriku-secera-sa-11-hektara-zemljista/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top