Vendite della Fiat 500L giù del 30%, si attende ok per l’export in Russia

La vendita del modello Fiat 500L ha subìto un calo di circa il 30% l’anno scorso, dimostrano i dati dell’Istituto nazionale della Statistica. Questo è il secondo anno di calo della vendita del modello che si produce a Kragujevac.

Secondo i dati statistici, l’anno scorso dalla Serbia sono esportate automobili per un valore totale di 1,3 miliardi di dollari, mentre nel 2014 le vendite totali erano state pari a 1,78 miliardi. Nel 2013 l’esportazione dell’industria automobilistica serba ammontava a 1,94 miliardi di dollari, valore massimo raggiunto finora. Fiat ha iniziato la sua produzione in Serbia all’autunno 2012, quando si è registrato un incremento del 672% nell’esportazione dei veicoli rispetto al 2011.

I dati sul numero delle automobili esportate può essere utilizzato come base per calcolare l’esportazione complessiva della Fiat, perchè il modello 500L è l’unico che si produce in Serbia. Se si calcolassero le cifre complessive dell’esportazione dei veicoli nel periodo dal 2012 al 2015, con l’ipotesi che l’esportazione di automobili non modello 500L sia rimasta allo stesso livello del 2011, avremmo il dato che Fiat ha realizzato una esportazione di 5,2 miliardi di euro per tutto il periodo di attività della fabbrica a Kragujevac.

Per un paese come la Serbia, questa cifra è impressionante, però bisogna tenere in conto che si tratta di esportazioni lorde. Per avere un’immagine reale di quanto Fiat ha contribuito all’esportazione serba, bisognerebbe sottrarre questa cifra al totale delle importazioni realizzate da Fiat. I dati statistici dimostrano che circa il 70% del valore di una Fiat 500L deriva dall’importazione, mentre circa 30% dalla Serbia.

Visto che non esiste una statistica separata sulle importazioni direttamente collegate alla filiera di Fiat, l’indicatore migliore è il livello delle importazioni prima che il produttore italiano arrivasse a Kragujevac. Il contratto con Fiat è stato stipulato nella seconda metà del 2008 quando i pezzi di ricambio per le automobili per un valore di 131 milioni di dollari sono stati importati in Serbia. L’anno scorso le importazioni di questi prodotti era oltre un miliardo di euro.

Quindi, se le esportazioni lorde della 500L sono state pari a circa 5,2 miliardi di dolalri, l’esportazione netta è stata pari a 1,6 miliardi di dollari considerando tutto il periodo della produzione di questo modello.

Visto che non sono ancora disponibili i dati più precisi da parte della fabbrica, nè da parte del governo serbo, questo potrebbe essere l’indicatore più preciso della vendita e del valore reale della fiat 500L in Serbia.

Nei prossimi giorni il Consiglio dell’Unione Euroasiatica dovrebbe decidere in merito alle importazioni in esenzione doganale in Russia delle automobili “Fiat” prodotte in Serbia, ha confermato l’ambasciatore russo in Serbia, Aleksandar Cepurin. Inoltre, il primo ministro serbo, Aleksandar Vucic ha dichiarato che si aspettano notizie positive quando in merito all’esportazione di 10.000 modelli Fiat 500L in Russia.

(Danas, 16.03.2016.)

Share this post

scroll to top
Altro... Aleksandar Vucic, Aleksandr Cepurin, esportazioni, Fiat, Fiat 500L, Fiat Chrysler Automobili Serbia, Fiat Srbija, importazioni, Istituto Nazionale della Statistica, Kragujevac
Vucic alla Panasonic: “IVA in crescita del 5%”

L’export della Serbia cresciuto del 9,1% a gennaio 2016

Chiudi