Vandalismo contro i murales del Partizan

I bellissimi murales raffiguranti i famosi sostenitori dell’FC Partizan a Belgrado sono stati distrutti durante una notte di atti di vandalismo.

Gli autori dei murales, Grobar Trash Romantism (GTR) e JNA Group hanno dichiarato che continueranno a creare nuovi murales più belli. “Le circostanze in cui tutto ciò è stato fatto appaiono a dir poco strane. Tutto è successo solo un paio di mesi prima delle elezioni cittadine. Sappiamo che questo non è stato fatto dai tifosi dell’FC Partizan, né dai fan della Stella Rossa che sono tifosi di calcio da anni”.
“Siamo piacevolmente sorpresi dalla reazione da parte del pubblico, che va solo a dimostrare che c’è ancora una sonora voce civica che non soccombere alla malizia e alla stupidità. Noi continueremo a creare nuovi murales, ancora più belli, mostre e spettacoli, scrivere libri e fare film sul Partizan”, hanno comunicato gli autori.
Sebbene i sostenitori di entrambe le parti abbiano una reputazione ben meritata per il teppismo, il loro fanatismo a volte si manifesta in forme più positive. Il miglior esempio di questo è un fenomeno di ispirazione Partizan chiamato Grobarski Trash Romantizam (Gravedigger Trash Romanticism, che prende il nome dal soprannome dei sostenitori del Partizan: becchini). Quello che è iniziato come una pagina Facebook nel 2012, è diventato un piccolo movimento contro-culturale che usa l’arte per rendere omaggio al suo club preferito.
Con oltre 38.000 follower, GTR è stato inizialmente uno spazio per i fan del Partizan per condividere meme ispirati ai club che hanno preso in prestito notevoli opere d’arte e li hanno modificati per esprimere i loro sentimenti nei confronti del Partizan o dei loro avversari.
Eseguito nei colori bianco e nero che ricordano le iconiche divise in bianco e nero del club, i murales raffigurano vari attori, scrittori, cantanti, registi e altri intellettuali pubblici che erano noti per essere fan del club, così come ex-giocatori che erano così abili da trasformare, si potrebbe dire, lo sport in una forma d’arte.
(Kurir, CalvertJournal.com, 22.01.2018)

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in arte, Belgrado, calcio, Partizan
mama
Mama Shelter Hotel inaugura a Belgrado il 1° marzo

funerale
Il cordoglio di Belgrado al funerale di Ivanovic

Close