Una società australiana alla ricerca dell’oro serbo

Strickland Metals è entrata nella “redditizia partita dell’oro serbo”, avendo stanziato 37 milioni di dollari per l’acquisto del progetto Rogozna, che vanta un’enorme risorsa di 5,44 milioni di once d’oro equivalenti (circa 170 tonnellate), riportano i media australiani.

La società australiana, Strickland Metals Limited, si occupa di individuare sistemi mineralizzati di livello mondiale con particolare attenzione all’oro e al rame.

Secondo i media, Strickland Metals ha già firmato un accordo vincolante di vendita e acquisto del progetto aurifero di Rogozna con ISIHC Ltd, una filiale di Ibaera Capital Fund LP. L’accordo prevede l’acquisizione dell’intero capitale di Betoota Holdings Ltd, proprietaria della società Zlatna Reka Resources, che possiede il progetto Rogozna.

Secondo i media, il progetto Rogozna si trova nella cintura metallogenica di Tethyan, in Serbia, di importanza mondiale, e ha un eccellente potenziale per diventare uno dei più grandi siti auriferi non sviluppati al mondo.

Il progetto prevede l’esplorazione di un’area di 184 chilometri quadrati nel bacino minerario di Trepca, nel sud della Serbia.

Questa risorsa mineraria ha 214.000 tonnellate di rame e 364.000 tonnellate di zinco, oltre a un forte potenziale per una notevole mineralizzazione di porfido di rame e oro.

(eKapija, 18.04.2024)

https://www.ekapija.com/news/4662277/stizu-novi-lovci-na-srpsko-zlato-australijski-strickland-metals-kupio-rudarski-projekat

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top