Una nuova opportunità per la “Tigar” di Pirot

L’azienda di calzature “Tigar” di Pirot ha preparato il piano di riorganizzazione per i prossimi sette anni.

“Questo piano comprende il saldo dei debiti, che consentirà di creare un nuovo clima di fiducia dei clienti. Inoltre, fra poco inizierà la costruzione della fabbrica per la produzione delle gomme, la quale dovrebbe essere completata nel 2015”- hanno detto i rappresentanti di questa azienda.

L‘amministratore delegato di “Tigar” Nebojsa Djenadic ha dichiarato a riguardo che Dopo l’arrivo in “Tigar” nel marzo 2013, ho capito che il programa produttivo di tutte le fabbriche collegate ha una prospettiva di sviluppo, però è necessario implementare alcune misure necessarie dentro l’azienda stessa, per valorizzare di più la sua posizione sul mercato. In caso contrario, l’azienda sarebbe andata in fallimento. Anche se molte delle misure sono state poco piacevoli da adottare, seppur necessarie, i dipedenti e i miei collaboratori hanno capito presto che questo è l’unico modo per la sopravvivenza dell’azienda che oggi dà lavoro a 1.600 persone. Dopo i primi risultati, abbiamo convinto i nostri creditori, tra i quali anche lo Stato, che “Tigar” è un’azienda che può e deve funzionare. Speriamo che questo modello di rilancio possa essere il punto di riferimento anche alle altre imprese in Serbia che hanno problemi simili”.

I risultati conseguiti dall’azienda nel periodo gennaio-giugno 2014 sono incoraggianti, visto che la vendita delle calzature nella prima metà di 2014 era il 23% di più in comparazione con lo stesso periodo dell’anno scorso. Inoltre, la tendenza del miglioramento sul mercato estero è visibile.

Inoltre, la prima metà di quest’anno è significativa anche per il rinnovo della collaborazione con le aziende “Battistini” dall’Italia e “Euro PM” della Germania, nonché per l’inizio della collaborazione con l’azienda canadese-francese “Hound & Craft”. Le trattative relative alla fornitura di stivalli sul mercato canadese si sono intensificate. In corso ci sono anche le trattative con l’acquirente potenziale d’Irlanda.

Tigar” pianifica la realizzazione di investimenti grazie ai quali il fatturato programmato per quest’anno  di 27 milioni di euro, verrà duplicato entro la fine del 2019. Inoltre, c’è il piano di costruire una nuova fabbrica per la produzione delle suole in gomma con un investimento di 1,6 milioni di euro. Questa fabbrica sarà completamente compatibile con la fabbrica delle calzature che già esiste.

Nel settembre 2014 il valore delle azioni di “Tigar” in borsa ha indicato uno salto di 66,7 % in parallelo con l’andamento aziendale.

(eKapija, 29.09.2014)

Share this post

scroll to top
Read previous post:
Una prova di maturità, utile anche alle prospettive dell’economia

E’ del Serbian Monitor la foto più condivisa del Gay Pride

Close