Un terzo degli adulti in Serbia fuma

Secondo le stime dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), il numero di fumatori in Serbia di età superiore ai 15 anni è di 2,8 milioni.

Allo stesso tempo, in un rapporto pubblicato giovedì, l’OMS ha dichiarato che, a livello globale, il numero dei fumatori sta calando per la prima volta nella storia e che attualmente ci sono circa 1.377 miliardi di fumatori. Rispetto al 2000, questo numero è diminuito di circa 60 milioni.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

“Per molti anni abbiamo assistito a un costante aumento del numero di persone che usano prodotti del tabacco letali. Ma ora, per la prima volta, stiamo assistendo a un declino nell’uso, grazie alle decisioni prese dai governi volte a rafforzare le misure sull’industria del tabacco. L’OMS continuerà a lavorare a stretto contatto con i Paesi per mantenere la tendenza in calo”, ha affermato Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’OMS.

Inoltre, le notizie riportano che oltre otto milioni di persone muoiono ogni anno a causa del consumo di tabacco, che rappresenta circa la metà degli utenti. Più di sette milioni di morti sono dovute all’uso diretto del tabacco, mentre circa 1,2 milioni sono causate dall’esposizione al fumo di tabacco o al fumo passivo.

In Serbia, circa un terzo degli adulti consuma sigarette e altri prodotti del tabacco e 15.000 di loro muoiono ogni anno a causa del fumo.

Si stima che entro il 2025 il 34,3% degli adulti fumerà in Serbia. Si tratta di una riduzione significativa rispetto al 2000 quando il 51,5% degli adulti fumava. Tuttavia, le stime per il 2025 sono inferiori ai livelli previsti poiché il piano globale era un calo del 30%. Una delle misure che gli Stati stanno cercando di introdurre è vietare il fumo nei ristoranti.

Le autorità serbe hanno annunciato tale misura all’inizio di quest’anno, ma finora non è successo nulla di concreto. È ancora una situazione quotidiana che il fumo sia vietato al tavolo di un locale, mentre nell’altro accanto un altro fumi tranquillamente.

Ciò è possibile perché la legge sulla protezione della popolazione dall’esposizione al fumo di tabacco, che vieta il fumo nei luoghi pubblici, consente il fumo negli esercizi di ristorazione di dimensioni superiori a 80 metri quadrati. Qui i proprietari sono tenuti a lasciare metà dello spazio per i non fumatori.

Quali sono i dati dell’OMS?

L’OMS ha dichiarato in un rapporto che negli ultimi due decenni, l’uso globale del tabacco è sceso dai 1,397 miliardi nel 2000 ai 1,377 miliardi nel 2018, un calo di circa 60 milioni.

Ciò è dovuto in gran parte alla diminuzione del numero di donne che fumano, passato dai 346 milioni nel 2000 ai 244 milioni nel 2018. Allo stesso tempo, il numero di uomini che consumano prodotti a base di tabacco è aumentato di circa 40 milioni, da 1.050 miliardi nel 2000 a 1.093 miliardi nel 2018.

Gli uomini rappresentano l’82% del consumo mondiale di tabacco.

La cosa positiva di questo rapporto è che il numero di consumatori di tabacco di sesso maschile ha smesso di crescere.

http://rs.n1info.com/Zdravlje/a554219/Trecina-odraslih-osoba-u-Srbiji-su-pusaci.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top