Ulteriore allentamento delle misure epidemiologiche in Serbia

Dopo l’ultima seduta dell’Unità di crisi per la soppressione della malattia infettiva COVID-19, si è deciso di proporre al governo serbo un ulteriore allentamento delle misure epidemiologiche, che saranno valide da mercoledì, poiché alcune modifiche richiedono un avvallo del governo.

Restano in vigore le misure relative alla disinfezione, all’uso delle mascherine e al mantenimento delle distanze.

La prima misura si riferisce alle strutture alimentari. Secondo la nuova proposta, potranno lavorare 24 ore senza restrizioni, come prima dell’epidemia.

Per quanto riguarda “le strutture di ristorazione all’aperto avranno orari di lavoro illimitati, mentre l’orario di lavoro per gli spazi al chiuso sarà fino all’una di notte. D’ora in poi la musica sarà consentita in queste strutture, il che è un ulteriore passo in avanti”, ha affermato il segretario provinciale alla salute, Zoran Gojković.

Nella stessa riunione si è parlato anche di eventi sportivi. A questo proposito sono state prese decisioni che non sono le stesse per gli spazi aperti, cioè gli stadi, e per quelli chiusi, come i palazzetti dello sport.

“Per quanto riguarda gli eventi sportivi, la raccomandazione dell’Unità di crisi è di consentire la presenza del pubblico negli stadi fino al 50% della capacità mentre nei palazzetti fino al 30%. Naturalmente rispettando tutte le misure di distanziamento”, ha detto Gojković.

Anche le misure per gli assembramenti sono state cambiate: d’ora in poi si potranno riunire fino a 500 persone all’interno e all’esterno.

“Se la struttura prima poteva ospitare 1.000 persone, ora ne può ospitare 500. Se in precedenza poteva ospitarne 200, ora può ospitarne 100. Stiamo anche modificando le misure relative agli scolari e alle loro attività extrascolastiche”, ha affermato Gojković, aggiungendo che i corsi ricreativi per le scuole elementari, medie e superiori e le escursioni che vengono organizzate come parte delle loro attività didattiche saranno consentiti, ovviamente con il consenso del Ministero della Pubblica Istruzione.

https://www.blic.rs/vesti/drustvo/sve-mere-na-jednom-mestu-prodavnice-ce-raditi-neograniceno-neki-kafici-i-celu-noc-a/sxs8n78

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top