UE e Balcani occidentali: una strategia credibile per l’allargamento

L’UE presenterà la sua strategia per l’allargamento, “The Credible Enlargement Perspective for the Western Balkans”, il 6 febbraio.

La presentazione della strategia avverrà nel corso di una sessione plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo, come ha riferito l’agenzia di stampa Tanjug lunedì citando il sito web European Western Balkans, che ha affermato di avere appreso della notizia in modo esclusivo.
“Il Collegio della Commissione europea, presieduto dal Presidente Jean-Claude Juncker, si incontrerà a Strasburgo quella mattina e adotterà il testo definitivo della strategia entro mezzogiorno”, afferma l’articolo, aggiungendo che il testo sarà disponibile al pubblico e ai media il giorno stesso.
Secondo i media che hanno potuto prendere visione sommariamente della strategia, il documento includerà “linee guida generali per un processo più rapido di integrazione di tutti i paesi della regione, nonché date più specifiche per Montenegro e Serbia”, segnala European Western Balkans.
Secondo il calendario indicativo della Commissione europea, il 2019 sarà cruciale per i paesi dei Balcani occidentali, prosegue l’articolo, e ha aggiunto: “Il documento sulla “completa normalizzazione delle relazioni” tra Serbia e Kosovo dovrebbe essere firmato quell’anno, mentre Albania e Macedonia dovrebbero aprire i negoziati di adesione con Bruxelles, e la Bosnia-Erzegovina riceverà lo status di candidato all’adesione all’Unione europea”.
Inoltre, lo stesso anno sarà cruciale per Montenegro e Serbia nel negoziare i cosiddetti “blocchi” dei Capitoli 23 e 24, afferenti al sistema giudiziario e ai diritti fondamentali e giustizia, libertà e sicurezza, conclude l’articolo.
(b92, 22.01.2018)

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in adesione UE, Albania, Balcani occidentali, Kosovo
milosevic
“Lift: The Slobodan Show”: un musical su Milosevic… e non solo

funerale
Il cordoglio di Belgrado al funerale di Ivanovic

Close