Turismo: nel 2018 entrate per 1,4 mld di euro

Secondo il Ministro del Commercio, Turismo e Telecomunicazioni, Rasim Ljajic, la Serbia potrebbe generare 1,4 miliardi di euro di reddito nel settore del turismo (in valuta estera) e registrare un aumento del numero di turisti provenienti da Cina e Iran.

Nel corso di un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa Beta, il Ministro ha aggiunto che il 2017 è stato l’anno di maggior successo in termini di entrate nel settore del turismo, pari a 1,2 miliardi di euro.
 
Ljajic ritiene che raggiungere il punteggio di 1,4 miliardi sia un obiettivo facilmente raggiungibile, considerando che la Serbia ha abolito il visto per i cittadini cinesi e ha lanciato il volo Pechino-Belgrado con scalo a Praga.
 
“Mi aspetto un aumento significativo delle entrate del turismo e più turisti provenienti da Cina e Iran. Il nostro obiettivo per il 2018 è vicino ai 3,4 milioni di turisti, e il numero di turisti stranieri dovrebbe superare i 1,6 milioni”, ha sottolineato il Ministro. Inoltri, progetti di imminente realizzazione contribuirebbero ad incrementare ulteriormente il turismo, compresa la costruzione di cinque porti a Belgrado (quattro sul fiume Sava e uno sul Danubio), che sarebbe molto significativa per il turismo fluviale. “Inoltre, il piano del 2018 è quello di completare la ricostruzione della Fortezza di Ramska a Veliko Gradiste con l’aiuto dell’Agenzia di Sviluppo turca. Il progetto ha un valore di oltre un milione di euro”, ha ricordato il Ministro.
 
L’UE ha fornito fondi per la ricostruzione della Fortezza Golubacka, parte della quale sarà aperta ai turisti in aprile.
 
Sulla montagna di Kopaonik, inoltre, sono in corso i lavori di costruzione di un garage multipiano con un eliporto, il cui completamento costerà un totale di 385 milioni di dinari. Il Ministero del turismo ha stanziato 100 milioni di dinari per questo progetto.
 
(eKapija, 02.01.2018)

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Read previous post:
morbillo
Loncar: epidemia di morbillo evitabile

Le sfide della Serbia nel 2018

Close