TS: “Importante divulgare le informazioni sugli acquisti dei respiratori durante l’emergenza”

“Transparentnost Srbija” (TS) ha invitato le autorità pubbliche e le istituzioni sanitarie a rilasciare informazioni chiave su tutti gli appalti che sono stati condotti dall’introduzione dello stato di emergenza, compresi quelli in cui la legge sugli appalti pubblici non è stata attuata.

“Sebbene per motivi di trasparenza delle spese pubbliche, sia stato istituito il Portale statale per gli appalti pubblici, in questi giorni i cittadini della Serbia hanno ricevuto informazioni sui grandi appalti in altri modi, tramite il profilo Instagram e le dichiarazioni ai media del Presidente della Repubblica”, ha dichiarato “TS” in una nota.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

L’associazione ricorda che, secondo il Presidente, la Serbia ha già commissionato e pagato 1.100 respiratori, mentre gli ultimi appalti annunciati dalle autorità pubbliche e dalle istituzioni sanitarie sul detto portale risalgono all’11 marzo 2020, quando il Ministero della Salute, con il parere positivo dell’Ufficio degli appalti pubblici, ha avviato una procedura negoziata per l’acquisto di 15 respiratori e selezionato la più favorevole delle due offerte dopo sette giorni.

“La legge sugli appalti pubblici è ancora in vigore dopo la dichiarazione dello stato di emergenza, ma chiaramente non viene applicata agli appalti attualmente in corso di esecuzione. Come è possibile”, chiede “TS”.

E’ vero che ai sensi della legge sugli appalti pubblici del 2012, che si applicherà fino al 1° luglio 2020, è possibile ottenere dei fondi “per fornire condizioni base di vita in caso di catastrofi naturali”, senza applicare alcuna delle procedure prescritte.

L’unico obbligo è agire “in conformità con i principi di legge” (efficienza, concorrenza, trasparenza, uguaglianza degli offerenti); in tali casi, tuttavia, come spiegato, il rispetto di questi principi può essere determinato solo successivamente, e non vi sono garanzie procedurali per questo.

D’altra parte, la procedura di negoziazione dei 15 respiratori nella prima metà di marzo di quest’anno è stata notevolmente ridotta rispetto alla normale procedura di gara, ma esistono garanzie di trasparenza attraverso la pubblicazione di informazioni sul portale degli appalti pubblici.

“Nell’attuale domanda globale di respiratori, si può presumere che la segretezza di alcuni dati di approvvigionamento possa essere provvisoriamente giustificata. Tuttavia, è difficile immaginare un motivo valido per non rivelare esattamente cosa è stato acquistato e quanto è stato pagato”, ha sottolineato “TS”, aggiungendo che “informazioni su quali attrezzature mediche sono state acquistate e in quale quantità dovrebbero essere fornite dalle autorità statali preposte”.

L’organizzazione ha aggiunto che bisogna evitare qualsiasi insinuazione che potrebbe essere interpretata come una violazione della legge, ad esempio che i respiratori siano stati acquistati quasi al “mercato nero”.

https://naslovi.net/2020-04-06/beta/ts-objaviti-podatke-o-nabavkama-respiratora-tokom-vanrednog-stanja/25201579

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top