Tre film nazionali in gara per alconcorso principale del FEST

Alla 52ª edizione del FEST, che si terrà dal 23 febbraio al 3 marzo, il pubblico di Belgrado potrà vedere tre nuovi film serbi che saranno presentati in anteprima al FEST, il più grande e importante festival cinematografico della Serbia.

I tre film che si contenderanno il premio FEST sono “The Working Class Goes to Hell” di Mladen Đorđević (che sarà proiettato il 24 febbraio), “Lilacs” di Siniša Cvetić (27 febbraio) e “That’s enough for Today” di Marko Đorđević (1 marzo).

Vecchia conoscenza del FEST, Mladen Đorđević, di cui  il FEST ha ospitato nel 2005 “Made In Serbia” e nel 2020 “Twilight in the Vienna Haustor”, torna ora con la coproduzione “La classe operaia va all’inferno” una coproduzione tra Serbia, Grecia, Bulgaria, Montenegro, Croazia e Romania. Đorđević è il regista e sceneggiatore di un dramma oscuro su un gruppo di ex lavoratori che, dopo aver perso i loro cari, il lavoro e la dignità in un incendio e in una dubbia privatizzazione, ricorrono al soprannaturale nella loro lotta per la giustizia.

Tra i protagonisti: Tamara Krcunović, Leon Lučev, Momo Pićurić, Ivan Đorđević, Lidija Kordić, Mirsad Tuka, Szilvia Krizsan, Olivera Viktorović, Tomislav Trifunović, Dobrila Stojnić…

Secondo i critici, Đorđević nel suo nuovo film rimane fedele al suo stile profondamente fantasioso e oscuro.

 

 

 

Dopo diversi cortometraggi proiettati e premiati nei festival, Siniša Cvetić presenta al FEST il suo secondo lungometraggio “Lillà”, che descrive il volto ufficiale e quello oscuro  dell’industria cinematografica e televisiva in Serbia oggi.

I personaggi principali di “Lillà” sono Katarina e Igor, coppia di attori sia dentro che fuori dallo schermo. Estasiati dai flash e assordati dagli applausi, nonostante fossero inseparabili, non si sentirono né si videro per molto tempo, fino alla cerimonia di premiazione della migliore serie dell’anno. Alla festa in cui si riunirà l’intera squadra, diventerà chiaro che le loro vite sono un melodramma più grande di quello che hanno filmato.

La sceneggiatura è stata scritta da David Jakovljević, e i ruoli sono stati interpretati da: Sloboda Mićalović, Ivan Bosiljčić, Gordan Kicić, Mima Karadžić, Isidora Janković, Jovan Jovanović, Jana Bjelica, Nebojša Dugalić, Pavle Čemerikić, Nenad Okanović, Vahid Džanković, Petar Vasiljević.

Marko Đorđević, il regista pluripremiato per il suo lungometraggio d’esordio “Il mio sorriso mattutino” (2019), porta la sua opera “Per oggi tanto” al 52esimo FEST.

Nel film diretto e sceneggiato da Marko Đorđević, gli attori: Filip Đurić, Ivana Vuković, Nikola Rakočević, Goran Bogdan, Miona Pejaković.

Il film mostra come, preparando le sue torte preferite – chupavci, la famiglia Šarenac riesce ad spingere il fratello maggiore a tornare a casa. Il tempo sembra cessare di esistere e inizia una fiaba sulle persone felici. Le giornate estive apparentemente ordinarie diventano straordinarie. Innamorati della vita, sollevano la realtà da terra, disperdendo con allegria le nuvole scure.

Il FEST è un festival cinematografico annuale che si tiene a Belgrado dal 1971. Maggiori informazioni a questo link

Il FEST è stato l’unico festival cinematografico nei Paesi socialisti ad attirare grandi star di Hollywood come Jack Nicholson, Kirk Douglas, Robert De Niro, Dennis Hopper, Peter Fonda e registi famosi come Miloš Forman, Francis Ford Coppola, Roman Polanski, Sam Peckinpah, Pier Paolo Pasolini, ecc.

(Comunicato stampa del FEST, 05.02.2024)

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
× Thinking to invest in Serbia? Ask us!