Transparentnost Srbija: “Lo sbarramento una scusa per non risolvere problemi più importanti”

L’organizzazione “Transparentnost Srbija” ha valutato che l’annuncio di un cambiamento nello sbarramento elettorale quattro mesi prima delle elezioni, “indubbiamente proveniente dagli organi al potere”, mostra chiaramente che “il rispetto dei principi democratici” è solo una scusa per non affrontare una serie di questioni essenziali.

Sebbene la riduzione dello sbarramento al 3% non possa di per sé avere conseguenze dannose, “l’idea di modificare la legge adesso ovviamente ne ha”, perché l’opinione pubblica ne discuterà per settimane, sebbene da 20 anni non rappresenti un grave problema per la democrazia serba, invece di prestare la massima attenzione ad affrontare questioni importanti come la copertura non uniforme nei media delle liste elettorali, la conduzione di una campagna elettorale funzionale e l’insufficiente trasparenza e controllo sui finanziamenti.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Secondo l’organizzazione, negli ultimi mesi i funzionari governativi hanno rifiutato di discutere il miglioramento di tutte le regole relative alle elezioni, “presumibilmente non volendo violare una regola non scritta secondo cui le condizioni elettorali non cambiano nell’anno elettorale”. Come sottolineato, sono state evitate discussioni per discutere di modifiche alle regole per determinare l’importo e le modalità di assegnazione dei fondi per il finanziamento della campagna elettorale, all’azione penale per la corruzione degli elettori e il finanziamento illegale dei partiti.

E sulle restrizioni alle attività degli organi statali durante la campagna elettorale per prevenire degli abusi, diversi mesi di discussioni hanno comportato cambiamenti minimi in quattro leggi.

“Questi cambiamenti non sono sufficienti per migliorare sostanzialmente l’ambiente elettorale, non risolvono i problemi identificati in precedenza dalle autorità statali in Serbia e non soddisfano le raccomandazioni ricevute dall’OSCE / ODIHR dopo le scorse elezioni”, conclude la nota.

https://www.danas.rs/politika/transparentnost-srbija-cenzus-izgovor-za-resavanje-vaznijih-problema/

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in campagna elettorale, Elezioni, sbarramento
Vucic: “Le elezioni non si terranno il 3 maggio”

elezioni
Nuovo sbarramento pre-elettorale al 3%?

Close