Un inebriante tour del vino a Fruska Gora

Questo è il terzo articolo della nostra serie sulle attrazioni turistiche a zero emissioni in Serbia, pensato particolarmente per gli appassionati ed intenditori di vino.

La provincia settentrionale della Vojvodina è una regione viticola ben conosciuta e ospita molti vini fragranti, tra cui un vino tipo Bermet, che non viene prodotto altrove nel mondo. Questo dolce vino viene infuso con 27 diverse erbe e spezie, ma nessuno, oltre ad una manciata di produttori, sa quale sia la miscela di erbe e spezie poiché la ricetta del Bermet è un segreto di cui solo coloro che lo producono sono a conoscenza, e viene tramandato di generazione in generazione.

Il Bermet è uno di quei vini che meritano un articolo a parte a causa della sua straordinaria storia. Per dirne una, il Bermet compariva nella lista dei vini a bordo del Titanic. Inoltre, cinquecento anni prima che la celebre nave affondasse, l’imperatrice di Asburgo Maria Theresa era conosciuta come un grande fan del Berment. La leggenda narra che ne era così innamorata da sollevare i cittadini di Sremski Karlovci dal dovere militare per renderli liberi di produrre il Bermet.

E’ proprio nella piccola città di Sremski Karlovci, in Vojvodina, adagiata ai piedi del monte Fruska Gora, che vi conduciamo. Sremski Karlovci è il luogo dove si trovano i più rinomati produttori di Bermet (Kis, Dulka, Kovacevic, Dosen, Zivanovic). Qui potrete trascorrere una giornata con loro, visitare le loro cantine, degustare i loro vini e vedere i loro vigneti.

Quindi, iniziamo il nostro tour virtuale del vino sperando che, dopo averlo terminato, vi sia venuta voglia di trasformarlo in realtà.

1. La cantina Kovacevic – La cantina Kovacevic è una cantina a conduzione familiare di Irig, nella regione Fruska Gora, esemplare della una nuova ondata nella vinificazione in Serbia e una delle cantine leader del paese. Nel 2000, il capo della terza generazione della famiglia vinicola Kovacević – Miroslav Kovacevic – ha assunto la gestione dell’impresa familiare creando così una nuova cantina contemporanea con l’idea di portare l’esperienza vinicola e enologica di suo padre e nonno nel ventunesimo secolo e costituire una fondazione per la quarta generazione di vini della famiglia Kovačević con l’aiuto di una moderna e innovativa tecnologia vinicola.

I vini della cantina Kovacevic sono riconosciuti per la loro armonia e l’eleganza straordinaria. Oltre ai best-seller come Chardonnay Kovacevic, questa cantina a conduzione familiare ha anche lanciato un altro vino, il Cuvee Piquant, una fusione tra Traminer e Muscat Ottonel con l’aggiunta della freschezza del Pinot Bianco.

La cantina è conosciuta anche per il suo ristorante á la carte, splendidamente decorato, che serve prelibatezze come il petto d’anatra in salsa di vino, il filetto di tacchino in salsa di pere, il budino di papavero in salsa di ciliegia, lo snakokle (una versione della Vojvodina del dessert delle Floating Island) e molti altri. Ci sono anche quattro appartamenti in cui è possibile riposare dopo aver portato a termine la visita dei vigneti e della cantina, e la degustazione dei vini.

2. La cantina Kis – La famiglia Kis è attiva nel settore vitivinicolo fin dal 1830. Oggi la famiglia possiede 14 ettari di vigneti che si trovano, nella maggior parte dei casi, nella zona di Matej, conosciuta per le uve di alta qualità. In passato, questa zona di Fruska Gora era conosciuta come la Valle dello Zucchero, a causa del contenuto insolitamente alto di zucchero presente nella vite qui coltivata.

Visitando la cantina, si ha l’opportunità non solo di degustare il vino, ma anche di assaporare dolci tipici della Vojvodina, come le ciambelle con marmellata e gli strudel di papavero. Qui vi è un’ampia scelta di vini: dal famoso Bermet al Riesling Italiano, dal Riesling del Reno al Merlot, al Portugiser, al Chardonnay e al Rosé. Gli ospiti vi permetteranno anche di scoprire i segreti della vinificazione, rivelandovi tutto quello che vorreste sapere sui due secoli di storia della cantina e della famiglia Kis.

La cantina è stata visitata dal Principe di Galles (Principe Carlo) e da sua moglie, la Duchessa di Cornovaglia, durante la loro visita in Serbia.

3. La Cantina Zivanovic – Questa cantina è una delle più antiche in Serbia, fondata nel 1770 dal sig. Teodor Zivanovic. La produzione vinicola qui non è cambiata molto negli ultimi 300 anni, poiché la famiglia è attenta a conservare la propria tradizione vinicola e la sua storia. Oggi la famiglia Zivanovic produce circa 60.000 litri di vino all’anno in un lagum che è sepolto a 15 metri sotto terra, usando barili quasi centenari.

La cantina ha 7 ettari di vigneti, coltivati a Reno Riesling, Chardonnay, Merlot, Cabernet Souvignon e varietà di uve autoctone chiamate Tamjanika white e Probus red.

La famiglia organizza degustazione di vini, brandy e miele, accompagnata dal Sremacki Frustuk (una colazione tradizionale servita nella contea di Srem).

La famiglia Zivanovic è conosciuta anche nell’area come rinomati apicoltori. 

Producono miele naturale e di qualità e possiedono anche il loro museo dell’Apicoltura e del miele, unico nel suo genere in Serbia, aperto ai visitatori. La tradizione dell’apicoltura è stata avviata dal patriarca della famiglia, il professor Jovan Zivanovic (1841-1916), affascinato dalle api.

Mentre siete a Sremski Karlovci, assicuratevi di visitare anche i luoghi storici come la Residenza del Patriarca, l’antica Scuola di Grammatica, la Quattro Fontane Lions, la Chiesa Ortodossa Serba costruita nel 1762 e il Monastero Krusedol, costruito nel XVI secolo.

Share this post

scroll to top
Altro... turismo, turismo enogastronomico, vino
Air Serbia: primo volo diretto Belgrado-Venezia
Topola: una piacevole immersione in collina

Chiudi