Tessile: Zara alla ricerca di partner commerciali in Serbia

L’industria tessile serba ha un’altra opportunità per risorgere dalle ceneri.

La catena di articoli tessili al dettaglio, Inditex, che possiede marchi famosi come Zara, Zara Home, Massimo Dutti, Stradivarius e Bershka, di proprietà di Amancio Ortega, è interessata a collaborare con aziende del settore tessile in Serbia.

La Camera di Commercio serba attende l’arrivo dei dirigenti di Ortega, con l’intento di percorrere il paese in cerca di partner che potrebbero avviare la produzione per i suoi grandi magazzini in tutto il mondo.

Nel 2016, Ortega è salito al vertice della lista stilata dalla rivista americana Forbes delle persone più ricche al mondo, con una ricchezza personale stimata sui 79,5 miliardi di dollari, superando i 78,5 di Bill Gates.

“Inditex è ancora un altro grande rivenditore di abbigliamento e calzature interessato a trovare partner in Serbia. Cercano compagnie per cucire secondo le loro istruzioni, ma anche per acquistare prodotti finiti”, afferma Milorad Vasiljevic, della Camera di Commercio serba.

In autunno, il Presidente turco Recep Tayyip Erdoğan porterà con sé un gruppo di imprenditori tessili turchi. La Camera di Commercio serba prevede anche la visita di un gruppo di distributori tedeschi di abbigliamento e calzature. La visita è organizzata dall’Organizzazione tedesca per la cooperazione internazionale – GIZ. Inoltre, due società, una dalla Spagna e una dal Portogallo, hanno manifestato interesse nell’apertura di fabbriche di calzature.

Il recupero dell’industria tessile serba è iniziato nel 2005 con l’attuazione del Trattato Tessile che l’UE ha firmato con la Repubblica federale di Jugoslavia e che prevede l’esportazione esente da dazi verso l’UE per le imprese tessili serbe. Negli ultimi anni è avvenuto un grande passo avanti nel mercato europeo. Dal 2012 l’industria tessile serba sta registrando una crescita annua pari al 10%.

(Politika, 19.08.2017)

http://www.politika.rs/sr/clanak/387241/I-Zara-bi-da-sije-u-Srbiji

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top