Tepic: “La ‘Telekom’ prende in prestito soldi per pagare gli stipendi, l’azienda è indebitata

La vicepresidente del Partito della Libertà e della Giustizia (SSP), Marinika Tepic, sostiene che negli ultimi cinque anni il debito della “Telekom” è triplicato da 456 milioni di euro a un miliardo e 43 milioni di euro. Nello stesso periodo, il reddito sarebbe aumentato solo del 19%, e l’utile ridotto da 120 a soli 35 milioni di euro l’anno, sostiene la Tepic sulla base delle informazioni della società.

Il fatto che la “Telekom” sia stata costretta ad emettere obbligazioni per 200 milioni di euro nel 2020 a causa della cattiva situazione finanziaria è meglio dimostrato dal fatto che è stata costretta a emettere obbligazioni per 200 milioni di euro nel 2020 perché non poteva più prendere in prestito denaro da nessuna banca.

Le ultime informazioni sono che l’azienda sia stata costretta a prendere in prestito denaro per pagare gli stipendi dei suoi dipendenti.

La Tepic ha anche annunciato in conferenza stampa che l’attuale direttore di “Telekom”, Vladimir Lucic, prima della sua nomina in Serbia, era direttore dell’azienda “Mtel” in Montenegro, figlia della “Telekom”, e avrebbe fatto affari con la famiglia di Milo Djukanovic, Beba Popovic, Bratislav Gasic, pompando inoltre milioni di euro su contratti falsi e fittizi.

La politica afferma inoltre che Zika Gojkovic, leader del “POKS”, il presunto partito di opposizione in Serbia, farebbe parte del team di gestione del partito “SNS” attraverso delle società statali.

https://www.danas.rs/vesti/ekonomija/tepic-telekom-pozajmljuje-novac-da-bi-isplatio-plate-kompanija-u-dugovima/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top