Telenor potrebbe lasciare la Serbia

La compagnia telefonica norvegese Telenor, che in Serbia conta oltre tre milioni di utenti, ha confermato venerdì scorso di aver ricevuto un’offerta non sollecitata per vendere le sue attività in Serbia, Montenegro, Ungheria e Bulgaria.

“Telenor ha ricevuto un diretto e non sollecitato interesse per vendere le controllate nella telefonia mobile in Serbia, Montenegro, Nell’ottica di creare valore per gli azionisti, Telenor ha iniziato il processo di valutazione dell’offerta”, si legge nel comunicato stampa sul sitoweb  della società.

Telenor ha aggiunto che si aspetta di concludere il processo di valutazione entro la fine del primo trimestre del 2018, ma che questo in ogni caso non avrà nessun effetto sul servizio, sui clienti e sui dipendenti”.”Le società di Telenor’s in Europa centro orientale hanno una posizione di mercato forte e solidi risultati finanziari. Nel 2017 hanno contribuito approssimativamente al 9% dei ricavi del gruppo e all’8% dell’EBITDA”, continua il comunicato.

Il portale bulgaro EUScoop riporta che il prezzo offerto supposto si aggira sui 2 miliardi di euro mentre i media ipotizzano che l’offerta venga dal fondo di investimenti americano KKR (che in Serbia già controlla l’operatore di servizi via cavo SBB).

Telenor opera in Serbia dal 2006.

(eKapija, 28.01.2018)

https://www.ekapija.com/en/news/2013762/telenor-gets-business-offer-in-serbia-decision-on-sale-to-be-made

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... KKR, telecomunicazioni, telefonia mobile
tariffe
Commissione europea su roaming: tariffe più basse per i Balcani occidentali

roaming
Ljajic: insisteremo per abolizione roaming

Chiudi