“Telekom” presenta un fondo investimento per nuove start-up

“Telekom Srbija” ha presentato il primo investimento dal suo Fondo “TS Ventures”, destinato al finanziamento di startup, per il progetto della startup nazionale “OTA Sync”, che sviluppa un programma per la gestione automatica del processo di prenotazione di alloggi e accoglienza per piccoli e medi hotel e appartamenti.

“TS Ventures” è il primo Fondo di questo tipo in questa parte d’Europa e “Telekom” finanzierà le sue attività nei prossimi cinque anni con cinque milioni di euro all’anno, al fine di migliorare l’industria digitale in Serbia. “Questo è un grande giorno per “Telekom”, ma anche per la Serbia, perché per noi il finanziamento di nuovi progetti digitali è una delle attività strategiche che ci porterà in futuro una parte significativa delle entrate di Telekom”, ha affermato il direttore dell’azienda, Vladimir Lucic.

“Sono assolutamente convinto che durante i cinque anni di lavoro del Fondo, attraverso i quali investiremo 25 milioni di euro, elaboreremo idee e applicazioni di cui saremo orgogliosi in futuro e che si dirà in tutto il mondo che queste sono idee e applicazioni dalla Serbia. Il mondo digitale e la quarta rivoluzione industriale offrono grandi opportunità, la gamma di nuovi prodotti si amplia, non solo dal campo delle applicazioni digitali, ma anche dal campo dell’intelligenza artificiale, con vari sensori che funzioneranno con la tecnologia 5G, quindi è importante che saremo pronti ad accogliere la quarta rivoluzione industriale, non solo come “Telekom”, ma anche come Serbia”, ha sottolineato Lucic.

Lo stesso ha invitato i giovani che hanno idee e progetti nelle aree della tecnologia dell’informazione a inviarli alla Fondazione “TS Venture”, per vedere se possono essere sostenuti finanziariamente. La startup “OTA Sync” riceverà 250.000 euro per lo sviluppo del suo progetto, di cui 100.000 euro saranno investiti dal Fondo, 125.000 euro da “Digital Serbia” con i suoi partner e quasi 25.000 euro saranno forniti dall’organizzazione estone “Startup Wise Guys”.

Un criterio importante per ottenere fondi è che l’idea possa essere venduta sul mercato globale o almeno regionale, perché dopo il suo sviluppo e la sua crescita, la “TS Venture” venderà la sua quota del progetto e guadagnerà così soldi per finanziare altri progetti. Il direttore di “TS Ventures”, Davor Sakač, ha affermato che un’altra società di questo tipo sta per firmare un accordo di finanziamento, i negoziati con un’altra sono in via di completamento e la prossima settimana si apriranno i negoziati con un’altra startup che ha potenziale per la diffusione globale.

Lo stesso ha aggiunto che questo tipo di lavoro è nuovo nel Paese, perché il 70% delle startup ha iniziato nel 2019, ed è per questo che si devono supportare. “Lo Stato ha riconosciuto le startup come il futuro dello sviluppo economico del nostro Paese, in modo che con lo sviluppo di questo tipo di imprenditorialità privata nel prossimo periodo, consentiamo al nostro Paese di diventare un attore rispettabile a livello globale”, ha affermato Sakac.

Janko Mićić, membro del team di esperti della “Telekom” che ha lavorato per Microsoft e Google, ritiene che startup come “OTA Sync” abbiano un buon futuro, perché coprono anche mercati sottosviluppati che non sono al centro dell’attenzione dei grandi attori globali. “Penso che ci mancassero processi istituzionali per consentire ai giovani di applicare le loro idee in Serbia, in modo che non debbano andare all’estero. Finora la prassi è stata quella di aprire società in Estonia, Irlanda, Paesi Bassi, in modo da interessare i fondi di investimento esteri, perché non vedono il nostro Paese come un mercato stabile. Penso che questo sia un buon passo avanti, che le persone con idee possano rimanere in Serbia, ottenere finanziamenti e sviluppare i loro affari qui”, ha affermato Mićić.

I comproprietari di “OTA Sync” sono Đorđe Jevtić e Ilija Milović, che sviluppano la loro idea imprenditoriale dal 2018. “Questa fonte di finanziamento ci aiuterà ad apparire sul mercato regionale e presentare il nostro prodotto ai proprietari di piccoli hotel e appartamenti in Croazia, Slovenia, Ungheria e altri mercati regionali”, ha affermato Jevtić, spiegando che il loro prodotto renderà più facile andare in hotel, fare il check-in, velocizzare e rendere più facile il lavoro per gli addetti alla reception, in modo che abbiano più tempo per occuparsi di altri servizi che consentiranno agli ospiti di godersi il soggiorno. Jevtic ha infine affermato che la loro startup, con l’aiuto del Fondo “Telekom” ha risolto per ora il finanziamento per un posizionamento sui mercati regionali mentre, per la successiva espansione globale, avrà bisogno di investitori occidentali.

TELEKOM POČEO SA FINANSIRANJEM STARTAPA Danas predstavili prvu investiciju u softver za upravljanje hotelima i apartmanima (blic.rs)

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top