Tajani: l’Unione europea riconosce i progressi della Serbia

“Il messaggio che porto da parte dell’Unione Europea è che noi abbiamo riconosciuto I progressi della Serbia e che riconosciamo che la Serbia è un ponte verso altri paesi per cui è importante che la Serbia cresca più vicina all’Ue”, ha detto il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, in visita ufficiale a Belgrado. 

Dopo l’incontro con la presidente del Parlamento serbo Maja Gojkovic, Tajani ha dichiarato di aver avuto un colloquio utile e costruttivo sui progressi e sui contributi del processo di adesione del paese all’Unione europea. “Credo che siamo sul binario giusto”, ha chiosato Tajani, aggiungendo che la Serbia è un grande paese europeo in termini di cultura, tradizioni e identità, fattori che facilitano il processo di adesione, che egli auspica completarsi quanto prima.

Il Presidente dell’Europarlamento ha anche sottolineato che, nell’attuale situazione geopolitica, la Serbia gioca un importante ruolo nei Balcani perché “la stabilità dei Balcani significa stabilità dell’Unione europea”. Tajani ha aggiunto che la presidenza semestre della Bulgaria favoritrà l’azione dell’Ue nei Balcani. “Esiste un problema con i foreign fighters, il terrorismo e gli immigrati illegali”, ha sottolineato Tajani, aggiungendo che è necessaria porre la dovuta attenzione a questi problemi globali.

 

Tajani ha anche detto che l’Unione considera la Serbia come soggetto importante anche in termini di cooperazione economica e ha espresso l’auspicio che le imprese europee aiuteranno a ridurre il tasso di disoccupazione, specialmente tra I lavoratori più giovani.

“Come diciamo in Italia “Il buon giorno si vede dal mattino”. Tajani ha anche annunciato che Donald Tusk e Jean-Claude Juncker, rispettivamente presidente del Consiglio d’Europa e presidente della Commissione, arriveranno presto in visita in Serbia.

Nel pomeriggio Antonio Tajani ha partecipato al summit economico EU.Serbia 2018 che ha visto la partecipazione, tra gli altri, del Presidente della Repubblica di Serbia Aleksandar Vucic, del vice direttore della Banca Europea degli Investimenti Dario Scannapieco, del direttore della Banca Europea Ricostruzione e Sviluppo in Serbia Daniel Berg.

(Politika, 31.01.2018)

http://www.politika.rs/scc/clanak/397467/Tajani-Poruka-iz-EU-prepoznajemo-napredak-Srbije#.WnGdxzpgmF8.twitter

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... adesione UE
strategia
UE e Balcani occidentali: una strategia credibile per l’allargamento

UE
Londra su Balcani e UE: riforme in Serbia “solo sulla carta”

Chiudi