Tadic: opposizione vicina ad un accordo

I partiti dell’opposizione sono vicini ad un accordo, in vista delle elezioni comunali a Belgrado e del voto generale: lo ha dichiarato ieri il leader del Partito socialdemocratico (SDP), Boris Tadic.

Le elezioni locali a Belgrado dovrebbero essere organizzate al più tardi la prossima primavera; le ultime elezioni generali si sono tenute nell’aprile del 2016, ma i mezzi di informazione speculano su consultazioni anticipate.

“Siamo molto vicini all’accordo, non solo per le elezioni di Belgrado, ma anche per il voto parlamentare”, ha dichiarato Tadic, ex presidente serbo, intervistato da una nuova agenzia di stampa, FoNet; “Grazie a Dio”, ha aggiunto, spiegando tuttavia che i partiti che rientrano nel possibile accordo sono partiti simili per posizioni politiche e programmatiche.

In questo momento il SDS sta avendo colloqui con il Movimento dei cittadini liberi guidati da Sasa Jankovic e con il Partito Democratico (DS), e sembra che i negoziati stiano producendo buoni progressi. Jankovic, ex difensore civico, è stato sconfitto alle elezioni presidenziali da Aleksandar Vucic lo scorso aprile. Tadic è stato leader del DS durante la sua presidenza nel periodo 2004-2012.

“Alcuni stanno parlando anche con Vuk Jeremic: non vedo quale sia il problema, ci si può unire, ma sarebbe assurdo se il movimento raccogliesse partiti che hanno un’orientamento strategico molto diverso da noi”, ha osservato Tadic.

Jeremic è stato in passato ex ministro degli Esteri e candidato alla presidenza dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, e, da parte del pubblico serbo, viene percepito come nazionalista.

(Independent Balkan News Agency, 26.07.2017)

http://www.balkaneu.com/serbian-opposition-close-to-deal/

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... Belgrado, Boris Tadic, Partito Democratico, Sasa Jankovic
fiat
Fiat offre aumento di stipendio pari al 9%

cultura cinese
A Belgrado il primo Centro di Cultura cinese dei Balcani

Chiudi