SzS: “Cambiamento incostituzionale nella legge elettorale”

L’Alleanza per la Serbia (Savez za Srbiju-SzS) presenterà un’iniziativa alla Corte costituzionale per valutare la costituzionalità del nuovo emendamento alla legge sull’elezione dei deputati.

Il presidente del “Pokret za preokret” e dell’Alleanza “SzS”, Janko Veselinović, ha riferito ai giornalisti davanti alla Commissione elettorale della Repubblica (RIK) che il parlamento serbo è stato sciolto dopo che lo stato di emergenza è stato revocato e sono state convocate le elezioni e che la legge è stata approvata in modo anticostituzionale.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

“L’Assemblea poteva svolgere le sue funzioni durante lo stato di emergenza solo in base alla Costituzione, e quando questo è stato revocato è passata allo stato di Assemblea sciolta”, ritiene Veselinović.

Veselinović ha dichiarato che l’Alleanza “SzS” si rivolgerà ad altre istituzioni internazionali, nonché alla Commissione di Venezia, e che farà di tutto per contestare questo “atto incostituzionale e immorale”.

“Nessun parlamento al mondo ha mai cambiato le condizioni elettorali durante il processo elettorale”, ha detto.

Lo stesso ha dichiarato che la “SZS” boicotterà le elezioni anche per altri motivi, vale a dire “perché non ci sono le condizioni sanitarie di sicurezza minime, perché non ci sono le condizioni per elezioni democratiche e libere, perché l’oscurità dei media non è mai stata così grande e perché l’SNS ha abusato della pandemia per scopi politici”.

Veselinovic ha aggiunto che nessun membro della “SZS” parteciperà alle elezioni e ha invitato anche i cittadini a boicottarle e ad unirsi al “movimento del boicottaggio”. Lui è andato di fronte al “RIK” per sottolineare tutte le illegalità e la mancanza di rispetto della Costituzione di quell’istituzione.

“Senza rispetto per la Costituzione e la legge, i parlamentari parteciperanno a un furto elettorale durante delle false elezioni”, ha concluso Veselinović.

Alla conferenza hanno partecipato quasi tutti i leader dell’SZS i quali dopo la conferenza si sono diretti al parlamento serbo per sostenere il leader del movimento “Dveri” e membro della stessa Alleanza, Boško Obradović, che sta facendo lo sciopero della fame.

SzS najavio obraćanje Ustavnom sudu i Venecijanskoj komisiji zbog izmena Zakona o izboru poslanika

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in cambiamento elettorale, Elezioni, incostituzionale, stato di emergenza
Nuove scadenze per l’invio delle relazioni finanziarie all’APR

Revocato lo stato di emergenza in Serbia; abolito anche il coprifuoco

Close