Sugli scaffali serbi confezioni drasticamente ridotte ma allo stesso prezzo!

In Serbia sugli scaffali dei negozi sempre più spesso si trovano prodotti confezionati con grammature inferiori al solito. Per tanto se siete alla ricerca di una confezione di cioccolata di 100 grammi dovrete stare bene attenti perché ora mai la cioccolata viene venduta in confezioni da 75, 80 e 90 grammi.

Oltre alla cioccolata, le grammature sono diminuite anche per le zuppe. Prima le bustine di zuppa erano solite essere adatte per quattro piatti, ora invece lo sono per tre o, addirittura per un solo piatto. Il sacchetto di detersivo in polvere di 2 kg oggi è diventato parte integrante del mercato, anche se negli anni precedenti non esisteva una confezione così piccola di deteresivo. Le buste delle patatine sono sempre più piene d’aria e non di prodotto, ma il prezzo è comunque allettante perché la confezione sembra visivamente più grande.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

Jovan Jovanovic, presidente dell’Associazione per la protezione dei consumatori “Forum” di Nis, afferma che sebbene la grammatura sia scritta correttamente, il prezzo è poco reale e che è tutto un trucco di marketing usato dai produttori.

“E’ vero che la grammatura delle confezioni è ridotta, è evidente sopratutto per il cioccolato. È un trucco usato dai produttori per attirare i clienti. Allo stesso modo i produttori riducono la grammatura anche di altri prodotti, mettono il prezzo un po’ più basso, e così l’acquirente non guarda attentamente e viene manipolato facilmente. Un’altra cosa che i consumatori hanno notato è che in alcuni negozi le date di scadenza dei prodotti vengono coperte di proposito dai venditori, così è successo a molti di comprare merce scaduta il che è inaccettabile”, dice Jovanovic per il giornale Blic.

Sebbene un tempo fosse regola che più grande è la confezione e più convenniente è per il consumatore, oggi è esttamente il contrario, più piccola è la confezione e meno è costosa.

Gorica Zdravkovic (consumatrice) dice che la grammatura è stata ridotta anche per la carne confezionata, per i latticini e lo yogurt, da 200ml a 180ml, e i budini, da 40gr a 38gr.

“A prima vista, sembra tutto normale, ma quando si guarda la grammatura, si vede che c’è meno prodotto. Ho anche notato che le confezioni di biscotti prima si potevano acquistare da un chilogrammo, ora invece sono in vendita solo confezioni da 800gr o anche da 600gr,” afferma Gorica.

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top