Su 100 dirigenti delle più grandi aziende in Serbia solo 10 sono donne

Una ricerca fatta da “Danas” ha rivelato che solo in 10 delle 100 più grandi aziende in Serbia delle donne sono nella posizione di amministratore. Insieme a loro, altre 10 donne hanno trovato il loro posto come rappresentanti legali nelle aziende che figurano nella lista delle migliori 100 aziende per reddito d’impresa del 2019, pubblicate ogni anno dall’Agenzia dei registri delle imprese.

Le donne occupano posizioni dirigenziali presso “Mercator, Fiat, Henkel, Robert Bosch, Farmalogist, Matijevic, Ball Packaging, Miletic Petrol, Frikom ed EMS”. Come rappresentanti legali ci sono donne anche nelle società “Nestlé, Lidl, Sport vision, Tigar Tires, Tetra Pak, Metro, JP International e Impol”.

La notizia che pochi giorni fa Milka Vojvodić ha rilevato la gestione della “Delta Holding” dal suo fondatore Miroslav Mišković ha leggermente alimentato le speranze delle donne che qualcosa possa finalmente cambiare in questo campo.

Tuttavia, se si guarda al 2019, da cui provengono gli ultimi dati finanziari completi, e si confronta con il 2011, si può vedere che la posizione delle donne sta cambiando molto lentamente. O per niente. Dieci anni fa nelle posizioni di vertice, su 100 aziende, 9 donne ricoprivano la carica di amministratore, solo 1 in meno di 8 anni dopo. All’epoca, le donne gestivano principalmente catene di vendita al dettaglio come “Mercator, Univerexport o Metro”.

“Secondo l’ultima misurazione dell’indice di uguaglianza del 2018 in relazione al 2016, si può vedere che c’è stato un declino nel dominio maschile del potere economico, ma quando si prendono in considerazione tutti i diversi indicatori, non c’è nessun cambiamento nelle statistiche. Non ci sono indicazioni che ci siano stati progressi, le cose rimangono le stesse e una delle disuguaglianze strutturali più profonde è la divisione delle posizioni relative al potere economico che rimane ancora nelle mani degli uomini”, ha detto Marija Babovic, professoressa alla Facoltà di Filosofia.

La stessa nota che presto saranno pubblicati nuovi dati sull’indice di uguaglianza, ma che per ora non ci sono molte nuove ricerche sull’imprenditoria femminile. Una di queste, del 2019, ha mostrato che il 30% delle donne occupa posizioni di primo piano quando si tratta esclusivamente di affari privati ​​in Serbia, principalmente a Belgrado, poi a Novi Sad e Subotica.

La maggior parte delle donne manager lavorano in organizzazioni che funzionano sulla base dell’associazione, parrucchieri e saloni di bellezza, nonché in lavori di contabilità e revisione dei conti, ristoranti. Le donne sono meno presenti nelle attività di ospedali, nella lavorazione delle sementi, nello sfruttamento del greggio, ma anche nel noleggio e nel leasing di attrezzature per il trasporto aereo e via acqua.

https://www.danas.rs/ekonomija/od-100-direktora-u-najvecim-komapnijama-u-srbiji-samo-10-su-zene/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... amministratore, aziende, Delta Holding, donne
Milka Vojvodić alla guida della “Delta Holding” dal 1° giugno

Una nuova piattaforma online regionale per migliorare i rapporti tra le aziende dei Balcani

Chiudi