Stipulato l’accordo della concessione dell’Aeroporto di Belgrado

L’accordo della concessione in 25 anni dell’Aeroporto di Belgrado è stato stipulato con l’azienda francese “Vinci airports”. In occasione della stipula di questo accordo a Palazzo Serbia erano presenti la prima ministra Ana Brnabic, la Ministra delle infrastrutture, dei trasporti e delle costruzioni Zorana Mihajlovic, il direttore esecutivo e il presidente della “Vinci Airports” Nicolas Notebaert e il direttore generale dell’Aeroporto “Nikola Tesla” Sasa Vlaisavljevic. Inoltre, era presente anche l’ambasciatore francese in Serbia Frederic Mondoloni

L’accordo della concessione in 25 anni include finanziamenti, gestione, manutenzione, allargamento dell’attuale terminal aeroportuale e della pista di atterraggio. Il valore totale di questa transazione è pari a 146 miliardi di euro, incluso il versamento una tantum, il minimo compenso di concessione annuale e gli investimenti di capitale. Il pagamento sarà distribuito tra la Repubblica di Serbia nell’ammontare di 417 milioni di euro e i piccoli azionisti nell’ammontare di 84 milioni euro.

Gli investimenti offerti includono la sistemazione e la ricostruzione della pista principale, la costruzione di una pista aggiuntiva e uscite dalla pista. Si aspetta anche l’allargamento dello spazio del terminal, aumento del numero di “gate” e lo sviluppo addizionale di “cargo stand”.

L’inizio dei lavori della “Vinci Airports Serbia doo” come operatore dell’aeroporto si aspetta a settembre 2018.

L’obiettivo del governo serbo con applicazione della partecipazione del settore privato all’Aeroporto Nikola Tesla è miglioramento del mercato del trasporto aereo serbo, sviluppo di Belgrado come centro regionale del trasporto aereo, nonché sviluppo economico più veloce della Serbia.

La “Vinci Airports” sviluppa, finanzia, costruisce e opera in 35 aeroporti in 7 paesi e nel 2017 ha realizzato un fatturato totale di 1,4 miliardi di euro. Questa azienda francese vede la crescita dell’Aeroporto “Nikola Tesla” nello sviluppo del nesso di trasporto aereo nei Balcani. Come il concessionario, la “Vinci Airports” avrà obiettivo di migliorare le condizioni dell’Aeroporto di Belgrado per consentire alla “Air Serbia” nuovi voli sulle lunghe tratte.

La prima ministra Ana Brnabic ha spiegato che l’inizio della piena operatività dell’Aeroporto di Belgrado avrà effetto anche al turismo e conseguentemente alla crescita dell’economia e del prodotto interno lordo, nonché alla riduzione della disoccupazione.

“L’arrivo dell’azienda francese che ha tanto successo lo vedo come buon segnale e incentivo per le autorità locali affinchè diventino più efficaci, proprio perchè in esempio di Vinci e aeroporto belgradese si vede che esistono gli investitori che vogliono partecipare nei progetti di partenariato pubblico privato”, ha valutato la Brnabic.

La vicepresidente del governo e la Ministra delle costruzioni Zorana Mihajlovic ha dichiarato che la concessione dell’aeroporto belgradese è molto importante per lo sviluppo della Serbia che ha l’obiettivo di diventare un hub per il trasporto aereo in questa parte dell’Europa.

L’Ambasciatore francese Frederic Mondoloni è convinto che il contratto della concessione dell’Aeroporto “Nikola Tesla” con l’azienda francese “Vinci Airports” porterà anche gli altri investitori francesi in Serbia. “Oggi ci sono circa 100 aziende francesi che operano in Serbia e che hanno assunto circa 10.000 persone. Sono convinto che questo numero aumenterà nel futuro. Questo contratto è un gran passo avanti per la Serbia e per la Francia. Vorrei ringraziare al presidente serbo Aleksandar Vucic e alla prima ministra Ana Brnabic, nonché all’interno governo serbo”, ha concluso Monolini.

(Politika, 22.03.2018.)

http://www.politika.rs/scc/clanak/400586/Potpisan-ugovor-o-koncesiji-aerodroma-na-25-godina

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top