Stipendi più bassi, consumi minori

Gli economisti sono d’accordo nel ritenere che l’annunciata diminuzione degli stipendi del settore pubblico comporterà un ridimensionamento delle entrate per le casse statali, visto che il potere d’acquisto di molte persone sarà minore.

Potrosaci-SrbijaSu quale sia il reale valore di tale calo, gli esperti non sono d’accordo. Da un lato, l’economista Valdimir Gligorov sostiene che la diminuzione del 10% dei salari dei dipendenti statali avrà una ricaduta sui consumi privati pari a circa un punto percentuale del PIL, il che comporterà minori entrate relative all’IVA. D’altra parte, un altro studioso del settore, Milojko Arsic, fornisce cifre più precise, ridimensionando gli effetti negativi della manovra sui conti dello Stato: i minori introiti varranno due miliardi, ma il taglio agli stipendi comporterà un risparmio di 20 miliardi di dinari. Considerando il PIL dell’anno scorso, il calo del valore dei consumi si in ogni caso aggirerebbe sui 300 milioni di euro.

(Tanjug, 05.05.2014)

 

 

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top